Sangue dal naso: cause tipiche e rimedi naturali per l’epistassi

Le piccole perdite di sangue dal naso sono un fenomeno tipico dei bambini ma non solo. Metodi tradizionali e medicina omeopatica a confronto.

Perché esce sangue dal naso

Tecnicamente si tratta di un problema di fragilità delle mucose, in particolare della membrana superficiale che le riveste: sotto questo strato sottile ci sono numerosi piccoli capillari e la loro rottura comporta il sanguinamento.

Allergie e raffreddori da fieno favoriscono l’epistassi anche nell’adulto e per le persone allergiche è fondamentale condizionare il livello di umidità degli ambienti in cui vivono: riscaldamento eccessivo e scarsa umidità sono i primi aggravanti.

Cosa fare: rimedi per l’epistassi

Per l’epistassi (perdita di sangue dal naso) bisogna ricordare le regole fondamentali: evitare di piegare la testa all’indietro è indispensabile. Questo rimedio della nonna evita di sporcarsi i vestiti ma crea un reflusso che spinge il sangue indietro, verso la bocca e le orecchie. Anche il cotone emostatico è bandito: la rimozione toglie e strappa la crosticina e il sanguinamento ricomincia troppo presto. La soluzione migliore è la classica pezza con acqua fredda premuta forte sul naso. Attenzione invece al ghiaccio che potrebbe evocare mal di testa nei bambini già sensibili alla cefalea.

L’arnica

sangue-dal-naso-arnica
L’arnica è un ottimo rimedio per il sangue dal naso. Può essere usata sotto forma di gel e granuli (foto di BSIP/UIG Via Getty Images)

Il primo rimedio anti-sanguinamento della medicina omeopatica è “arnica montana”, che favorisce la coagulazione. I suoi granuli vanno sciolti sotto la lingua mattina e sera prima dei pasti principali, cinque per gli adulti e tre per i bambini.

L’arnica è disponibile anche in gel che può essere distribuito in strato sottile con un semplice cotton fiock sulla mucosa interna del setto nasale. Se il sanguinamento riguarda le gengive meglio cambiare le setole dello spazzolino e sceglierle morbide e fare degli sciacqui mattina e sera con un bicchiere di acqua a cui avrete aggiunto 20 gocce di tintura madre di Arnica. Le virtù di questa pianta anti sanguinamento rafforzeranno la membrana capillare proteggendo dalla rottura i piccoli vasi.

 

Articoli correlati