Taj Mahal è una leggenda vivente

Dopo 50 anni di carriera e tre Grammy, Taj Mahal è oggi una leggenda vivente, uno dei migliori chitarristi blues al mondo. Ogni anni si esibisce ancora per il Farm Aid, a sostegno degli agricoltori del Mid West e delle loro famiglie.

 

Springfield, Massachussets, giugno 1964. Alla University of Massachusetts Amherst oggi è il giorno della cerimonia per la consegna dei diplomi: una bella soddisfazione per tanti studenti dopo anni di studio e sacrificio. Tra questi c’è anche Henry Saint Clair Frederick.

 

Il suo percorso per arrivare fino lì, non è stato per niente facile. Ha avuto un’adolescenza durisssima: quando non aveva ancora compiuto 12 anni, ha visto suo padre morire travolto dal trattore che stava guidando.
Per Henry è stato un trauma. Ma, da quel momento, ha provato a portare avanti le passioni ereditate dal papà: la musica e l’agricoltura.

 

Per questo ha scelto il corso di zootecnica all’Università e per questo si è già assicurato un posto come caposquadra in una fattoria, lavoro che lo fa alzare ogni mattina alle quattro per mungere le mucche e zappare i campi.

 

Suo padre, che ha sempre coltivato l’hobby della musica, lo aveva incoraggiato a studiare musica e così Henry aveva imparato a suonare clarinetto, trombone e armonica. Ecco perché, tra un aratro e l’altro, si rilassa suonando la chitarra che il patrigno gli ha regalato.

 

Ben presto questa passione comincia a occupare sempre più spazio nelle sue giornate fino a fargli trascurare del tutto il lavoro.

 

Henry sente che è arrivato il momento di prendere una decisione: ama il lavoro nei campi ma sente di dover seguire un’altra strada: sceglie di partire per Los Angeles e di provare a diventare un musicista.

 

È l’incontro con il grande Ry Cooder a cambiargli la vita. Opta per un nome d’arte, Taj Mahal, per la sua devozione a Gandhi e all’India, e inizia a esibirsi.

 

Dopo 50 anni di carriera e tre Grammy, Taj Mahal è oggi una leggenda vivente, uno dei migliori chitarristi blues al mondo. Ogni anni si esibisce ancora per il Farm Aid, a sostegno degli agricoltori del Mid West e delle loro famiglie.

Articoli correlati