Twenty something – Jamie Cullum

Twenty something: strizzate d’occhi al pop ma piedi ben piantati nella tradizione, in un disco registrato coraggiosamente live e in analogico.

Twenty something – Jamie Cullum

Twenty something - Jamie Cullum

Sembrava un momentaneo ritorno di fiamma, dettato un pò
dalla popolarità alla moda di Robin Williams, invece la
rinascita dello Swing ha preso decisamente piede un pò in
tutto il mondo. Uno degli ultimi fenomeni è Jamie Cullum,
vent’anni e qualcosa (come suggerisce il titolo dell’album) e voce
e arrangiamenti da crooner navigato, tra rivistitazioni di classici
e proprie interpretazioni. Strizzate d’occhi al pop ma piedi ben
piantati nella tradizione, in un disco registrato coraggiosamente
live e in analogico. Da segnalare anche il precedente Pointless
Nostalgic.
01. What a difference a day made
02. These Are the Days
03. Singin’ in the Rain
04. Twentysomething
05. But for Now
06. Old Devil Moon
07. I Could Have Danced All Night
08. Blame It on My Youth
09. I Get a Kick Out of You
10. All at Sea
11. Wind Cries Mary
12. Lover, You Should Have Come Over
13. It’s About Time
14. Next Year, Baby

Articoli correlati