Veterinaria

VeteriNiamo, per combattere la disinformazione in ambito veterinario con ironia e humour

VeteriNiamo è una seguitissima pagina Facebook che prende in giro ironicamente la disinformazione e l’approssimazione veterinaria imperanti sul web. L’intervista ai creatori.

Si chiama VeteriNiamo ed è una seguitissima pagina Facebook ideata da due veterinari non nuovi alla creazione di spazi online che fanno dell’ironia uno degli antidoti migliori a disinformazione e approssimazione. VeteriNiamo – oltre a essere una pagina web – è anche una rivista online dal nome che è tutto un programma: Cioccani da trentanni, frase non nuova a chi frequenta gruppi in rete o aree cani e si trova ogni giorno ad avere a che fare col saputello di turno che, in barba a veterinari e pubblicazioni scientifiche, propone la sua personale visione di malattie e problemi a quattro zampe. Abbiamo intervistato i creatori di VeteriNiamo – Giovanni (Ivan) Vespia, medico veterinario e direttore sanitario dell’ambulatorio Thuja di Reggio Calabria e Paolo Margaria, comportamentalista che assieme alla moglie e collega Valeria gestisce l’ambulatorio veterinario Scilla rossa di Palermo. Ecco che cosa ci hanno raccontato…

Veteriniamo
I creatori di VeteriNiamo: Ivan Vespia e Paolo Margaria © Margaria & Vespia

Da cosa nasce VeteriNiamo?
La pagina è nata dal bisogno di un antidoto alle frustrazioni professionali quotidiane. Ci troviamo a svolgere il mestiere più ‘romantico’ del mondo, ma non siamo dei novelli James Herriot [scrittore e veterinario britannico, ndr]. Il confronto con certe realtà, infatti, è spesso talmente pesante da imporre una valvola di sfogo che è allo stesso tempo una delle medicine più potenti: l’ironia. Il suo effetto collaterale, in questi casi, è regalare uno spunto di riflessione e, perché no, anche un sorriso.

La rivista Cioccani da trentanni è solo l’ultimo parto in ordine cronologico della nostra malsana mente. Nel nostro curriculum si trovano anche altre creazioni che hanno riscosso un discreto successo (i video di 50 sfumature di vet, le canzoni riarrangiate, la saga de ‘i gialli’, la veterinaria enigmistica e così via) e questa è solo la minima parte di un lavoro che va avanti da quattro anni per entrambi.

Si riesce con ironia e tanto humour a porre un freno alle fake news, alle bufale online, alla falsa informazione in materia di veterinaria che sembra aver contagiato molti settori del web?
La disinformazione si combatte soltanto con la scrupolosa ricerca e validazione delle fonti. Gli studi in metanalisi per validare la veridicità delle informazioni sono orrendamente noiosi e nessun lettore andrebbe oltre questa frase. Essere dissacranti nei confronti delle ‘sciocchezze’ può stimolare sia il sorriso che il pensiero critico, avvicinando anche i più diffidenti alle informazioni corrette.

Veteriniamo
Un cagnolino dal veterinario: lo sguardo è tutto un programma… © Pixabay

Ottimo proposito visto che giornalisti e addetti ai lavori, ma anche semplici compagni di animali domestici, combattono ogni giorno con notizie completamente inventate, ai limiti del ridicolo, ma purtroppo spesso considerate come Verbo – con la V maiuscola – da chi frequenta gruppi di razza, profili social o semplicemente aree cani di quartiere e giardinetti intorno a casa.
Più che di bufale sarebbe meglio parlare di malcostumi, che vedono il professionista a doversi confrontare con scenari sempre più ‘folkloristici’. Qualche esempio? “Le devo qualcosa?”, “Ah! Non lo fa per passione?”. E ancora: “Ho letto su internet che…”, “Ma qualche vitamina non la diamo?”, “Gli faccio mangiare pane duro così si pulisce i denti”, e via dicendo… Insomma, noi arriviamo quando risuona la frase: “Eh, dottore! Ma io… c’ho cani da trent’anni!”.

Veteriniamo
Uno dei numeri online della rivista Cioccani da trentanni: all’insegna dell’ironia © Margaria & Vespia

VeteriNiamo è ormai una pagina seguitissima non solo da chi convive con un cane, un gatto o altri amici a quattro zampe, ma anche da tantissimi veterinari che trovano nell’ironia e nel buon umore dei loro due colleghi la maniera per sorridere di un mondo che sta diventando sempre più vasto e composito, quindi sempre più vario e, talvolta, disinformato.

ll raggio d’azione di VeteriNiamo lo decide il pubblico che ci segue. Da parte nostra ci sono ancora l’intenzione e l’entusiasmo di non fermarci e arricchire continuamente il progetto con nuovi contenuti. Ogni giorno abbiamo nuovo materiale, la fucina è sempre attiva e… ne vedrete delle belle.

Articoli correlati