Coronavirus

100 fotografi per Bergamo: scatti d’autore da acquistare per sostenere l’ospedale più colpito dal coronavirus

100 grandi fotografi hanno donato un proprio scatto perché sia venduto per sostenere la terapia intensiva dell’ospedale Papa Giovanni XXII di Bergamo. Un’iniziativa che unisce solidarietà e arte fotografica.

100 grandi fotografi, 100 scatti d’autore, 100 euro per acquistare una di queste opere e sostenere concretamente la terapia intensiva dell’ospedale Papa Giovanni XXII di Bergamo, il più colpito e in emergenza durante la pandemia di coronavirus. 100 fotografi per Bergamo è un’iniziativa coordinata dal magazine Perimetro e dalla Onlus Liveinslums a cui hanno aderito con entusiasmo molti grandi artisti della fotografia di moda, arte, architettura e ritratto. Fino al 5 aprile spetta a noi, appassionati di questa splendida arte, fare la nostra parte e acquistare sul questo sito uno scatto. L’arte non si ferma.

L’arte non si ferma: 100 fotografi per Bergamo

Musei chiusi, gallerie anche, ogni spazio culturale non ha modo di “mettersi in mostra” in questi giorni ma chi si occupa d’arte, chi ne ha fatto un lavoro, oltre che una passione, mette comunque in campo il proprio mestiere e dà il suo contributo per l’emergenza coronavirus. Un’iniziativa che va in questa direzione è certamente 100 fotografi per Bergamo che fino al 5 aprile permette a chiunque di acquistare degli scatti d’autore di 100 fotografi per sostenere l’ospedale che ancora oggi ha difficoltà a gestire la pandemia, il Papa Giovanni XXII di Bergamo.

Leggi anche: L’arte come cura e sollievo: 10 musei da visitare da casa comodamente in poltrona

Ascolta “07. Coronavirus, quando una pandemia apre il decennio più importante per il clima” su Spreaker.
Questa iniziativa è nata dopo la testimonianza diretta di uno dei rianimatori dell’ospedale di Bergamo che ha raccontato agli organizzatori di questa raccolta fondi una situazione drammatica e per la quale si ha seriamente bisogno di tutto l’aiuto possibile. Così il magazine Perimetro e la Onlus Liveinslums in pochi giorni sono riusciti a coinvolgere alcuni dei più grandi fotografi – tra cui Davide Monteleone, Alex Majoli, Oliviero Toscani, Michelangelo Di Battista, Toni Thorimbert, Giampaolo Sgura, Maurizio Galimberti – che hanno risposto prontamente.

Come acquistare gli scatti per aiutare l’ospedale di Bergamo

Partecipare a questa iniziativa benefica è semplice: andate sul sito https://perimetro.eu/100fotografiperbergamo/, scegliete tra le fotografie in vendita quelle che più vi piacciono (più ne acquisterete, più il vostro apporto sarà importante), pagate con carta di credito o PayPal, attendete che alla fine dell’emergenza le vostre fotografie arrivino a casa. Il termine ultimo è il 5 aprile 2020.

Le stampe acquistate verranno realizzate e stampate da Linke lab. Perimetro e Liveinslums detrarranno dalle donazioni i costi di produzione e spedizione che ammontano a 11,50 euro per ogni foto. Le stampe saranno realizzate e spedite non appena il laboratorio riprenderà la sua normale attività. Consegna effettuata da Poste Italiane tramite spedizione standard con consegna prevista tra i 3 e i 30 giorni lavorativi.

Articoli correlati