Abbronzatura invernale

Attenzione al sole in montagna! Proteggere la pelle

Il sole è fonte di vita e l’abbronzatura é salutare.
La pelle che respira libera al sole, per tempi intelligentemente
moderati, si rafforza e si tonifica, emana il profumo della salute.
Ma è facile abusare senza accorgersene.

Gli accorgimenti sono gli stessi che ci tutelano dal sole estivo,
anche se il riverbero della neve è molto più forte e
pericoloso del sole del mare, infatti è risaputo che la luce
solare viene fortemente riflessa dalla sabbia, dalla neve, dal
ghiaccio e dal cemento che possono aumentare l’esposizione diretta
al sole dal 10 al 50 per cento. E non dimentichiamo che sole, neve
e vento insieme, possono nel giro di pochissimo tempo inaridire,
screpolare la pelle del viso velocizzandone il processo di
invecchiamento con la comparsa delle rughe.

Via libera alle creme ad alto grado di protezione, non abbiate
paura, ci si abbronza lo stesso…anche l’aria “frizzantina” di
montagna, da sola, è sufficiente a farci cambiare
colorito!

Non lesinate quindi sull’acquisto di una buona crema di protezione
per il giorno e una altrettanto buona per la notte, il momento in
cui la pelle si rilassa e si rigenera dopo una giornata all’aria
aperta pronta per essere ancora morbida e idratata in modo da
difendersi meglio da freddo e sole, fonti di stress notevoli.

Anche
l’alimentazione
aiuta l’organismo a prepararsi e a proteggersi
dall’aggressione dei raggi solari.

Un occhio di riguardo ai
bambini
.
Non esporli al sole nelle ore più calde, dalle 11 alle 15
circa, senza dimenticare che i raggi solari sono presenti anche nei
giorni nuvolosi.

Ma che tipo di crema comprare?
Meglio utilizzare filtri solari contenenti biossido di titanio,
ossido di zinco o talco che agiscono riflettendo la radiazione UV,
piuttosto che assorbendola. Nemmeno le creme solari ad altissima
protezione riescono infatti a filtrare adeguatamente i raggi
UVA.
Il consiglio è di utilizzare creme idratanti che contengano
sostanze naturali come la
vitamina
A, C ed E. Da non dimenticare mai i dopo-sole
contenenti sostanze rinfrescanti e lenitive come
l’Aloe vera
e altri estratti vegetali.


Sonia Tarantola

 

Articoli correlati