Agopuntura e Servizio Sanitario Nazionale

La conferenza Stato regioni ha deciso escludere dai Livelli Essenziali di servizio sanitario le prestazioni come l’agopuntura

La Conferenza Stato Regioni, nell’ultima sua seduta, ha stabilito
di escludere dai Livelli Essenziali di Assistenza Sanitaria le
prestazioni “agopuntura con moxa revulsivante” e “altra
agopuntura”, fino ad oggi erogate dal Servizio Sanitario
Nazionale.

Quanto deliberato dalla Conferenza Stato Regioni, a fronte di un
modestissimo risparmio sulla spesa sanitaria, priva molti cittadini
della possibilità di far ricorso ad una terapia

  • la cui efficacia è testimoniata da numerose ricerche
    scientifiche
  • priva di effetti collaterali
  • altamente gradita dai pazienti

Particolarmente colpite le fasce più disagiate della
popolazione, fin qui esenti dal pagamento della prestazione
agopunturistica in funzione dell’età e del reddito.

Il Centro Studi So Wen, attivo da 28 anni nell’insegnamento, nella
ricerca scientifica, nell’applicazione clinica dell’agopuntura,
impegnato dall’anno 2001 in una Convenzione pilota con l’Ospedale
Luigi Sacco – Polo Universitario Milano, che ha permesso
l’erogazione di oltre 4.000 sedute dispensate in regime pubblico,
si è fatto promotore di una Raccolta Firme per Petizione
Popolare al fine di mantenere l’Agopuntura nel Nomenclatore
Tariffario della Regione Lombardia.

Se condividete lo spirito dell’iniziativa, potete sottoscrivere la
lettera qui acclusa e inviarla via fax al n. 02
48713999 . Per qualunque richiesta di chiarimenti o modello di
petizione rivolgersi a:

Centro Studi So Wen, v.le Legioni Romane, 20147 Milano
Telefono (02)40098172 – Telefax (02) 48713999 e-mail:
[email protected]

Dottor Roberto Gatto
Presidente So Wen

Articoli correlati