Attilio Speciani

Contributor

Immunologo clinico e specialista in allergologia, Direttore Sanitario Sma – Servizi Medici Associati e GEK.  Direttore Scientifico Eurosalus, è stato docente di nutrizione nei corsi Master di Fitoterapia delle Università di Bologna e Milano. Medico registrato anche in UK presso il General Medical Council, Socio attivo della New York Academy of Science e della European Academy of Allergy and Clinical Immunology (EAACI). Le sue ricerche più recenti riguardano gli aspetti immunologici della nutrizione e lo studio delle citochine infiammatorie correlate al cibo. Nella sua pratica clinica rende concreta la dialettica tra la medicina scientifica classica e una visione a largo raggio della medicina e dell’uomo.

Citazione preferita:
“The end of all our exploring will be to arrive where we started and know the place for the first time” (T. S. Eliot)

Il suo ultimo articolo
Tutti i suoi articoli
Nichel e cioccolato. Perché farlo bene, conta…

Nichel e cioccolato. Perché farlo bene, conta…

Ci sono molti motivi che spingono ad approfondire la relazione tra cacao e nichel. In questo campo si stanno affrontando i cambiamenti che l’evoluzione della scienza e della ricerca consentono di percepire; anche il nichel e la sua comprensione crescono ed evolvono.

Non esiste cibo contro

Non esiste cibo contro

Le derive ideologiche non servono. Per stare bene, per guarire o per aiutare il decorso di molte malattie e disturbi, vanno considerati gli aspetti di individualità, di localizzazione geografica, storica e culturale del cibo, per capire in ogni persona e in ogni contesto quali possano essere gli strumenti nutrizionali più adatti.

Il cibo è segnale

Il cibo è segnale

Per troppo tempo si è considerato il cibo solo come ammasso di calorie, vitamine e microelementi. Il cibo è ben di più, è espressione dell’energia del sole che entra nella terra, nelle piante e negli animali trasformandosi in modo da diventare l’energia di ogni organismo. Per questo, è segnale.

Crudo, vivo e colorato

Crudo, vivo e colorato

Crudo, vivo e colorato significa mangiare un pezzetto di frutta o verdura non cotta e non condita prima di ogni altra cosa, a tutti i pasti. Basta davvero un morso di mela, una fragola, una ciliegia o un morso di finocchio, un pomodorino o una rondella di cetriolo. L’importante è che la prima cosa ad entrare nella pancia sia qualcosa di crudo, vivo e colorato.