Ruchi Shroff

Navdanya International

Ruchi Shroff è direttrice di Navdanya International, ramo internazionale con sede a Roma di Navdanya, l’organizzazione indiana che da più di trent’anni lavora per la tutela dell’agrobiodiversità e il rinnovamento della conoscenza tradizionale, per la transizione verso un sistema alimentare che assicuri la sostenibilità ecologica, la resilienza climatica, salute e nutrizione, equità e giustizia sociale.

Shroff coordina i programmi e le campagne internazionali legate a Seed Freedom, alla sovranità alimentare, alla resistenza agli ogm, agli accordi di libero scambio, ai monopoli e alla pirateria delle sementi. Tra i suoi interessi c’è l’indagare il vero costo del sistema alimentare industriale e il suo impatto sull’agrobiodiversità, così come la sostenibilità ambientale e socio-economica. Dopo aver studiato fisica, economia e management, Shroff ha lavorato per più di dieci anni con movimenti sociali per la protezione dell’ambiente e la difesa dei diritti delle minoranze e delle comunità indigene.

Citazione preferita: “Il cibo oggi è così tossico che quando ci sediamo a mangiare, invece di augurarci ‘buon appetito’ sarebbe meglio dire ‘buona fortuna’” (Pierre Rabhi)

Il suo ultimo articolo
Tutti i suoi articoli
Sulla scomparsa del marchio Monsanto

Sulla scomparsa del marchio Monsanto

Cancellare il nome di Monsanto non significa spazzare via le colpe di una multinazionale accusata di ecocidio. Bayer ne eredita ogni responsabilità. L’editoriale di Navdanya International sull’acquisizione che stravolge l’agricoltura mondiale.