Nel biologico, per antonomasia, gli organismi geneticamente modificati sono vietati e in Italia c’è una legge in tal senso. Negli allevamenti bio è proibito somministrare agli animali mangimi che li contengano. Ma per quanto riguarda gli allevamenti convenzionali le cose non stanno così: secondo un rapporto del Wwf, ogni cittadino europeo mangia 61 chili di soia all’anno, e lo fa ingerendo carne, pesce, uova e latticini ottenuti da animali nutriti con soia importata prevalentemente ogm.

Che rischi corre chi non mangia bio? Quali obblighi ci sono in etichetta? Cosa è permesso e cosa è vietato in Italia sul tema ogm? Gli studi indipendenti sugli alimenti transgenici cosa mostrano? Il tema del cibo biotech è di grande attualità poiché coinvolge la salute dei consumatori, la biodiversità del pianeta, l’etica (con i brevetti delle multinazionali che mettono in ginocchio i contadini del Sud del mondo). Su lifegate.it trovi tutto su questi temi: approfondimenti, notizie, studi scientifici, per restare informato e per sapere cosa metti in tavola.

20 anni di corruzione e frodi scientifiche, dal cotone alla senape ogm

20 anni di corruzione e frodi scientifiche, dal cotone alla senape ogm

La corruzione per introdurre illegalmente il cotone bt in India si sta ripetendo con la senape ogm. Gli agrocoltori e la biodiversità vengono sacrificati in nome del profitto della Monsanto. Perché la senape ogm non deve essere approvata in India, spiegato dalla scienziata, ecologista e attivista Vandana Shiva.