Con Biisy sfrutterai al meglio l’intermodalità bici-mezzi pubblici

Sperimentata a Roma, Biisy promette di facilitare l’utilizzo delle bici assieme ai mezzi pubblici. Il 9 aprile debutto con una gara con un gran bel premio.

‘Occupato in bici’ oppure ‘è facile in bici’, possiamo leggerlo almeno in due modi attraverso il significato del termine Biisy, il nome dell’applicazione che permette e favorisce gli spostamenti intermodali, principalmente bicicletta più mezzi pubblici ma anche a piedi, perché no. Il nove aprile è stato inaugurato a Roma questo progetto con una gara tutta particolare, BiisyCAT, con tanto di premio per il vincitore.

 

biisy
Foto © Biisy

Biisy CAT, cos’è?

Si tratta di una gara ispirata alle alleycat, sfide inventate dai bike-messenger urbani. Sostanzialmente le alleycat simulano il lavoro di coloro che portano posta o pacchi con le due ruote, spostandosi con velocità e individuando in breve tempo i percorsi migliori per raggiungere la destinazione. Per BiisyCAT il punto di ritrovo e di partenza è stato largo Corrado Ricci, nel cuore di Roma davanti ai Fori imperiali, così come l’arrivo è stata la Città dell’altra economia nel quartiere Testaccio.

 

Diciassette secondi è stato il distacco virtuale fra il primo e il secondo arrivato alla prima edizione della BiisyCAT, piccola differenza di tempo dovuta a due diverse strategie: velocità a mille contro scelta oculata dei percorsi, entrambi dipendenti però dall’uso della metropolitana. Il vincitore si sta godendo una bella bici pieghevole con cui utilizzare l’applicazione BiisyCAT.

 

Biisy permette di adattare i percorsi alle necessità dell’utente, a seconda se c’è l’esigenza di arrivare subito a destinazione o si preferisce invece fare una passeggiata in bicicletta. Per il calcolo dei percorsi Biisy utilizza OpenTripPlanner e il database OpenStreetMap. “Hai bisogno di mangiare qualcosa, di una fontanella, di riparare la bici?” domandano sul sito dell’applicazione. Ecco la risposta:”Con un click, Biisy ti mostra cosa si nasconde nelle strade intorno a te: parcheggio bici, negozio bici, nasoni, cibo”.

 

Il progetto, anche se per ora ha avuto come fulcro la città di Roma ha in realtà un respiro europeo. Biisy è sviluppato grazie al progetto “Bici nelle grandi città”, ricevendo fondi dal Settimo programma quadro per la ricerca dell’Unione Europea.

Articoli correlati