Dal drive-in al Bike-in, ora al concerto si va in bicicletta

Niccolò Fabi e Claudio Bisio sono alcuni degli artisti che si esibiranno nella prima innovativa arena Bike-in, allestita al Campo Canoa di Mantova.

Una nuova forma di intrattenimento ecologica, sicura e smart: è il Bike-in, ovvero un drive-in in bicicletta, allestito in grandi arene e parchi cittadini per ospitare spettacoli e concerti all’aria aperta, da godersi al tramonto o sotto le stelle.

È questa l’idea venuta a tre realtà che operano nel mondo dello spettacolo, Fresh Agency, Shining Production e Live Club, per far fronte alla crisi dettata dalla pandemia e dare vita a un modo nuovo di fare cultura, nel rispetto delle disposizioni anti Covid.

A credere per prima in quest’idea è stata la città di Mantova, che ha trasformato il suo suggestivo Campo Canoa in una grande arena Bike-in, con tanti spettacoli in cartellone previsti da luglio a settembre. Tra gli artisti in programma anche personaggi molto amati, come Niccolò Fabi, Claudio Bisio e Gigio Alberti.

Bike-in
Il Bike-in è un nuovo concetto di drive-in, in cui la protagonista è la bicicletta © Fresh Agency

Il Bike-in fa di necessità virtù

“Questa fase storica ci chiede di evolverci e reagire”, ha dichiarato l’ideatore del format Fulvio De Rosa, che insieme alla sua squadra è riuscito, in poco tempo e in mezzo a mille difficoltà, a realizzare qualcosa che non era mai stato fatto prima.
Come noto, la crisi causata dall’emergenza sanitaria ha letteralmente messo in ginocchio il settore dello spettacolo, lasciando senza lavoro non solo gli artisti, ma anche le migliaia di maestranze e di addetti ai lavori che gli ruotano intorno. Un problema che si fa sentire in modo ancora più forte nel periodo estivo, solitamente denso di eventi e concerti dal vivo, oggi per lo più cancellati.

In questo contesto, l’idea del Bike-in sembra avere perfettamente centrato l’obiettivo, facendo di necessità virtù. Oltre a rispondere al desiderio e all’urgenza di ritrovare forme di socialità e aggregazione, il format è riuscito, infatti, anche a trovare una configurazione più ecologica del classico drive-in, che mette al centro la mobilità sostenibile, aprendo nuovi orizzonti.

render arena Bike-in Campo Canoa Mantova
Location ideali per un’arena Bike-in sono grandi parchi cittadini che consentono un allestimento secondo le attuali norme di distanziamento anti Covid. © Fresh Agency

Come funziona il Bike-in

Location ideali per eventi Bike-in sono grandi parchi e arene cittadine, perfetti da trasformare in suggestivi palcoscenici, rispettosi dell’ambiente circostante e adatti ad offrire il distanziamento necessario per un’esperienza che sia sicura, ma che permetta anche di conservare “la magia e le emozioni degli show dal vivo”.

Nella pratica, il Bike-in prevede delle piazzole (gli spot) individuali o formato famiglia, dotate di apposite rastrelliere per le bici e delimitate da paratie modulabili e da un sistema di transennamento funzionale alla visibilità. Per accedere si deve compilare un’autodichiarazione, che permette l’acquisto di posti distanziati o per congiunti. Un occhio di riguardo è dato alle persone con disabilità, per le quali, spiegano gli organizzatori, “vengono riservati posti con ottima visibilità e tutte le agevolazioni necessarie”.

I punti d’accesso sono controllati e differenziati tra ingresso e uscita, con percorsi guidati per raggiungere i servizi igienici e le strutture sono sottoposte a sanificazioni periodiche in modo da adeguarsi alle norme legate alla prevenzione della pandemia.

campo canoa bike-in
La città di Mantova è stata la prima a sposare il progetto, allestendo un’arena Bike-in nel suo Campo Canoa © Fresh Agency

Il Campo Canoa di Mantova accoglie la prima arena Bike-in

Prima città in assoluto a credere nel progetto è stata Mantova, che, grazie alla collaborazione del Comune e della Fondazione Mantova Capitale Europea dello Spettacolo con oltre 70 associazioni ed enti culturali, ha deciso di trasformare in una grande arena Bike-in il suo Campo Canoa. Ad annunciare il progetto in conferenza stampa è stato il sindaco Mattia Palazzi:

Mantova è la prima città in Italia a sperimentare arena Bike-in, un modo nuovo e diverso di fare cultura, nel rispetto delle disposizioni anti Covid. Dal 10 luglio fino a settembre, concerti, rassegne, cinema. Per stare insieme, per non smettere di fare e proporre cultura e spettacoli. Per valorizzare le tante ciclabili fatte in questi anni e per sostenere le attività del settore fortemente colpite dal lockdown.

E così, in questa romantica location, con affaccio sul lago e vista spettacolare sullo skyline cittadino, ha preso vita l’allestimento, che ha letteralmente trasformato un’idea visionaria in realtà.

Qui, dal 10 luglio a metà settembre, gli spettatori potranno assistere a oltre sessanta spettacoli dal vivo, alcuni gratuiti, altri a pagamento, che spazieranno dalla musica, al cinema, dal teatro alla danza.

La capienza dell’arena permetterà di accogliere sino a 520 persone, disposte nel rispetto del distanziamento fisico in 260 postazioni per due persone ciascuna.

“È con grande emozione che vediamo nascere la prima arena Bike-in in Italia proprio a Mantova”, racconta Fulvio De Rosa, che negli anni ha organizzato numerosi eventi e concerti nella città lombarda.

Mantova, ancora una volta, ci ha dato fiducia e ha permesso di realizzare quello che per noi è nato come un sogno in cui abbiamo creduto e sperato per tentare di risollevarci dall’incubo del lockdown e di tutte le limitazioni imposte per arginare i pericoli dell’emergenza legata alla diffusione del Covid-19, che indubbiamente hanno totalmente penalizzato un settore come quello degli spettacoli dal vivo.

Claudio Bisio e Gigio Alberti
Tra gli artisti in cartellone anche Claudio Bisio con Gigio Alberti, con la lettura-spettacolo “Ma tu sei felice?” (il 15 luglio) © Fresh Agency

Musica, cinema, teatro e danza, il cartellone estivo del Campo Canoa di Mantova

Il cartellone (consultabile su www.bike-in.it/mantova) aprirà venerdì 10 luglio con un concerto della formazione Mauro Ottolini – Ottovolante, che darà vita a un omaggio alla musica italiana del dopoguerra in chiave jazz, swing, mambo e cha cha. A seguire sono previste proiezioni di film della recente stagione cinematografica, come Joker, C’era una volta a Hollywood, Pinocchio e JoJo Rabbit, ma anche spettacoli per i più piccoli, esibizioni di danza e tanti eventi musicali. Shining Production porterà sul palco dell’arena grandi artisti come Niccolò Fabi in trio acustico con Roberto Angelini e Pier Cortese (12 luglio); Claudio Bisio con Gigio Alberti, con la lettura-spettacolo “Ma tu sei felice?” dal libro di Federico Baccomo (il 15 luglio); il cantautore Dente (2 settembre) e il poeta Guido Catalano (3 settembre).

Occasioni per tornare a gustare in sicurezza musica e spettacoli dal vivo. E per ridare linfa a uno dei settori più  duramente colpiti dalla lunga chiusura di questi mesi e che fatica ancora a risollevarsi.

Articoli correlati