Damian Marley trasforma un ex carcere in una fattoria per la coltivazione di marijuana

Trasformare un carcere in una piantagione di marijuana a scopo terapeutico. Il sogno di Damian Marley per dare lavoro a più di cento ex detenuti.

Damian Marley, il più giovane dei figli del re del reggae Bob Marley, ha svelato di avere in cantiere un progetto piuttosto ambizioso. In partnership con Ocean grown extracts, Marley avrebbe intenzione di far sorgere una fattoria per la coltivazione di marijuana negli spazi occupati, fino a qualche tempo fa, dal carcere Claremont custody center, in California (Stati Uniti). La fattoria avrà un’estensione di oltre 7000 metri quadrati e produrrà cannabis a scopo terapeutico.

Tra le fronde dei Joshua Trees si intravede una delle zone dove sorgerà in California la cosiddetta "green zone", destinata alla coltivazione di marijuana.
Una delle zone dove sorgerà in California la cosiddetta “green zone”, destinata alla coltivazione di marijuana. Foto by DAVID MCNEW/AFP/Getty Images.

Proposition 64 e la legalizzazione della marijuana in California

Secondo le stime dei media americani che hanno riportato la notizia, l’operazione potrebbe fruttare a Damian e soci un giro di affari milionario, ancor più alla luce del fatto che il prossimo 8 novembre i cittadini della California saranno chiamati al voto sulla cosiddetta Proposition 64, ossia la norma che prevede la legalizzazione di coltivazione, vendita e possesso di cannabis, anche a uso “ricreativo”.

Il sogno di Damian Marley: dare lavoro a ex detenuti

Ma è evidente che il progetto di Damian ha anche scopi più profondi. Grazie all’acquisto dell’ex carcere per più di quattro milioni di dollari, Marley e il suo partner hanno risolto nell’immediato alcuni dei problemi economici della cittadina di Coalinga, estinguendo un debito cittadino di più di tre milioni di dollari.

In secondo luogo l’impresa genererà più di cento posti di lavoro in una regione economicamente stagnante, che sta pagando le conseguenze della discesa del prezzo del petrolio e afflitta da continue siccità, che hanno fortemente danneggiato le tradizionali industrie agricole.

Immagine aerea di una coltivazione legale marijuana vicino ad Annapolis, California.
Una coltivazione legale marijuana vicino ad Annapolis, California. Foto by George Rose/Getty Images.

Il sogno di Damian, poi, è quello di assegnare i nuovi posti di lavoro generati dalla fattoria primariamente a ex detenuti, per donare loro una possibilità di riscatto sociale e un nuovo futuro. Damian, a proposito del progetto, ha detto:

Molte persone hanno passato la loro vita rinchiusi in carcere a causa della marijuana. Se questa cosa potrà aiutare le persone, grazie ai suoi scopi medicinali, o anche solo essere di ispirazione, allora sarà un successo.

Damian Marley di spalle sul palco del Vegoose Music Festival 2006.
Damian Marley durante il Vegoose Music Festival 2006. Foto by Jeff Kravitz/FilmMagic.

La nuova fattoria di Marley potrebbe iniziare la propria produzione già fra sessanta giorni e il primo raccolto potrebbe essere pronto a gennaio prossimo. Marley, alla domanda se pensasse che un giorno sarebbe stata possibile la legalizzazione di coltivazioni di cannabis, ha risposto:

Non sapevo che sarebbe successo in questo modo. Ma questo è stato sicuramente qualcosa per cui si stava lavorando da molto tempo, prima che io nascessi c’era Peter Tosh con la sua ‘Legalize It’ e altre canzoni del genere. Questo è qualcosa per cui la nostra cultura ha lavorato e sono sempre stato ottimista sul fatto che, prima o poi, sarebbe diventata legale.

Immagine di copertina: Damian Marley sul palco dei Vegoose Music Festival nel 2006. Foto by Jeff Kravitz/FilmMagic.
Articoli correlati