Il memorabile discorso di Alexandria Ocasio-Cortez in risposta agli insulti sessisti di un deputato

La deputata democratica Alexandria Ocasio-Cortez ha risposto con un discorso commovente alle offese sessiste rivoltele da un parlamentare repubblicano.

“Non è avere delle figlie che rende un uomo una persona per bene. E non è avere una moglie che rende un uomo una persona per bene. Trattare le persone con dignità e rispetto rende una persona per bene”. Le parole pronunciate dalla parlamentare democratica americana Alexandria Ocasio-Cortez hanno infiammato il Congresso. Giovedì 23 luglio, l’astro nascente dei progressisti statunitensi ha risposto alle parole spregevoli di un deputato, il repubblicano Ted Yoho.

Alexandria Ocasio-Cortez: “Quelle parole non sono nuove per me. Ed è proprio questo il problema”

Quest’ultimo avrebbe qualificato pubblicamente Ocasio-Cortez con pesanti e irripetibili insulti sessisti (fucking bitch), secondo quanto riferito da The Hill. Il politico conservatore ha negato di aver pronunciato parole offensive, ma nel frattempo la questione ha fatto il giro del mondo, e lo stesso deputato repubblicano ha porto le proprie scuse. Scuse che, però, nel suo discorso Alexandria Ocasio-Cortez ha rispedito al mittente: “Non ci si scusa per salvare la faccia o per recuperare qualche voto, ma perché si è sinceramente pentiti”.

Alexandra Ocasio-Cortez
La deputata Alexandria Ocasio-Cortez manifesta per il Green New Deal davanti al Campidoglio di Washington, il 14 novembre 2019 © Chip Somodevilla/Getty Images

La parlamentare ha quindi sottolineato come parole di questo genere rappresentino la quotidianità per moltissime donne in tutto il mondo: “Ho servito nei bar e nei ristoranti, per questo le parole di Yoho non mi sono suonate nuove”. “Ed è proprio questo – ha scandito – il problema”. La democratica ha quindi ricordato di essere anche lei “figlia di qualcuno. Ma fortunatamente mio padre non è più con noi, e dunque non ha potuto vedere in che modo lei ha trattato sua figlia”.

Articoli correlati