20 novembre 2020
Online
Evento digitale

Il 20 novembre 2020 si tiene la seconda edizione del Milano green forum, uno spazio in cui speaker internazionali e nazionali condividono idee, conoscenze e progetti con l’obiettivo di promuovere le tematiche ambientali. Nel 2020, la kermesse si propone come convegno online in cui, comunque, non mancano gli spazi espositivi e di networking.

Al Milano green forum si parla anche di innovazione green.
Uno dei focus del Milano green forum 2020 è l’innovazione green © Freepik

Sebbene in edizione virtuale, lo scopo primario del Milano green forum rimane il medesimo: da un lato aumentare la sensibilità ambientale e stimolare un dibattito strategico per lo sviluppo sostenibile nazionale, dall’altro presentare innovazioni green e nuove soluzioni tecnologiche, favorendo un approccio cooperativo tra ricerca e industria.

Milano green forum edizione virtuale: il programma

Più di cinquanta speaker per dodici ore di contenuti e più di trenta Paesi coinvolti: il supporto digitale permette al Milano green forum di ampliare i propri orizzonti e proporre alla propria audience — cittadini, imprese, terzo settore e istituzioni — numerosi contenuti multimediali per arricchire la propria conoscenza e migliorare le competenze sui temi ambientali.

Il focus principale di questa seconda edizione è il Green Deal europeo, a cui è dedicato anche il convegno di apertura dal titolo “Green Deal europeo e ripartenza europea post Covid-19”, con la partecipazione di Massimo Gaudina, capo della rappresentanza a Milano della Commissione europea, Edoardo Croci, membro del managing committee di GREEN, Mariasole Bianco, founder Worldrise e Giacomo Grassi, funzionario scientifico della Commissione europea.

“La salute del Pianeta e quella dei cittadini vanno di pari passo e solo attraverso il coinvolgimento di tutti, anche a livello locale, potremo rispondere a queste sfide. Anche per questo, iniziative come il Milano green forum sono di grande importanza”

— Massimo Gaudina, capo della rappresentanza a Milano della Commissione europea

Il programma prevede due formati principali: i panel convegnistici e i Green voice, interviste in pillole a opinion leader del settore.

Nei panel, i temi più tecnici come la gestione del rischio ambientale, la finanza sostenibile, l’utilizzo delle etichette ecologiche per prodotti e servizi, si alternano a temi di più ampio respiro come i diritti delle piante, l’economia circolare, la decarbonizzazione e il ruolo delle fondazioni nella transizione ecologica, così da avvicinare alle tematiche ambientali un pubblico sempre più ampio.

Nei Green voice, invece, gli opinion leader selezionati trasmettono spunti di riflessione in brevi pillole video, rispondendo alle tre domande uguali per tutti: una sulla transizione ecologica, due domande personali sull’impegno dei singoli.

Tra i personaggi intervistati: Bill McKibben, fondatore di 350.org; Peggy Branningan, direttore del global environmental sustainability di LinkedIn corporation; Beppe Sala, sindaco di Milano, Mathis Wackernagel, fondatore del Global footprint network ed Enea Roveda, co-founder e ceo di LifeGate.

🇮🇹 Enea Roveda, ceo LifeGate, è uno degli speaker del Milano Green Forum. Scopri tutti i protagonisti della virtual…

Posted by Milanogreenforum on Wednesday, November 11, 2020

Non mancano i momenti di interazione con i partecipanti e di networking: i visitatori, infatti, possono visitare gli stand virtuali di imprese, startup e istituzioni che presentano i propri prodotti e servizi mediante contenuti video e documentali. E grazie alla live chat dedicata, sono possibili momenti di networking tra visitatori ed espositori.

Info

Per il programma completo e le iscrizioni consultare il sito: www.milanogreenforum.com. Tutti i contenuti presenti live il 20 novembre rimarranno disponibili gratuitamente fino al 20 dicembre 2020.
Per seguire il Milano green forum sui social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube, LinkedIn.
LifeGate è media partner dell’evento.