dal 2 Ottobre al 9 Ottobre
Milano
Fantini Showroom
Fratelli Fantini Spa
Convegno

Riflessioni sull’acqua: Tommaso Perrone e Simone Molteni di LifeGate

Pubblicato da Fantini su Lunedì 5 ottobre 2020

“Dare all’acqua la forma migliore” è la mission dell’azienda Fantini dalle sue origini. E l’acqua è il fil rouge che lega i temi degli incontri del ciclo Riflessioni sull’acqua in occasione della Milano fall design week. Condotti da Patrizia Scarzella, architetto e giornalista che da tempo collabora con LifeGate, gli incontri si svolgeranno il 2,5,6 e 9 ottobre a partire dalle 18.30 nello showroom Fantini di Milano di via Solferino 18, ma saranno anche trasmessi in diretta streaming sulla pagina Facebook ufficiale Fantini.

Locandina dell'evento Fantini.
Quattro incontri e sette talk nello showroom Fantini di Milano e in diretta streaming su Facebook © Fantini

Quattro date per sette differenti talk con contributi eterogenei sul grande tema dell’acqua, raccontata da ospiti e punti di vista molto diversi, che spaziano dal problema umanitario della mancanza d’acqua in Africa ai cambiamenti climatici, dal risparmio energetico al design, dall’architettura alla letteratura e alla poesia che questo elemento indispensabile alla vita delle persone e del Pianeta ha da sempre ispirato.

L’azienda Fratelli Fantini Spa

Fondata nel 1947 da Giovanni ed Ersilio Fantini sulle sponde del lago d’Orta, da oltre cinquant’anni l’azienda progetta e realizza prodotti innovativi e di design nel settore della rubinetteria e degli accessori idraulici. Oggi è un punto di riferimento del settore ed eccellenza italiana nel mondo e l’acqua è il filo conduttore della sua storia, basata su valori imprenditoriali che sono propri dell’azienda dalla sua nascita: l’etica, il rispetto delle persone e del lavoro, l’attenzione all’ambiente e al proprio territorio.

Veduta della fabbrica Fantini.
Fondata nel 1947, l’azienda Fantini sorge tuttora sulle sponde del lago d’Orta © Simone Bossi

L’acqua è una risorsa preziosa per tutti ed è per Fantini la vera fonte d’ispirazione: non a caso tra i progetti rivolti all’ambiente ce ne sono diversi dove è lei la protagonista assoluta, come nel caso dell’esperienza di ricerca per il monitoraggio delle acque del lago d’Orta, grazie ai sensori della barca a vela Caipirinha Fantini che ha raccolto i dati in tempo reale da trasmettere via radio ai laboratori Cnr di Verbania. 

Gli incontri in showroom Fantini Milano 

Riflessioni sull'acqua: Daniela Fantini e Franco Sargiani

Pubblicato da Fantini su Giovedì 8 ottobre 2020

Proprio dell’attività dell’azienda sul fronte della responsabilità sociale si parlerà nel primo incontro Portare acqua a chi non ce l’ha, di venerdì 2 ottobre. Daniela Fantini, figlia e nipote dei fondatori e amministratore delegato alla guida dell’azienda dal 1982, porterà testimonianza del progetto che ha coinvolto lei in prima persona e poi anche la sua azienda, nella costruzione di un acquedotto in Burundi, uno dei Paesi più poveri della Terra, per portare acqua a chi non ce l’ha.

In due anni (2012-2014) è stato realizzato il progetto 100 Fontane Fantini for Africa, che oggi porta acqua pulita nell’area collinare di Masango, nel nord ovest del Burundi. L’inizio e il completamento del progetto sono stati raccontati dai due videomaker Justin Tipping e Nilo Zimmermann in un video che documenta i lavori che in due anni hanno portato alla costruzione di ventisette chilometri di acquedotto e cento fontane attive che oggi offrono acqua pulita a circa venticinquemila persone.

Sempre il 2 ottobre, nell’incontro Risparmiare acqua, dove sta il problema, l’architetto e progettista Franco Sargiani entra nello specifico dell’attento lavoro svolto dalle aziende nella progettazione dei prodotti finali che portano acqua nelle nostre case per controllare il flusso dell’acqua e non sprecarla. Autore di molti rubinetti di successo e dell’evoluzione dei sistemi doccia, Sargiani risponderà alla domanda chiave: “Cosa si può e si dovrebbe fare per risparmiare davvero acqua?” dal punto di vista di un grande esperto tecnico del tema quale è e analizzerà la radice del problema che sta nell’enorme dispersione che avviene a livello degli impianti urbani.

 

Lunedì 5 ottobre è la giornata dedicata interamente alla connessione tra cambiamenti climatici e acqua con gli ospiti ed esperti Tommaso Perrone e Simone Molteni. In Oceani di plastica, il direttore responsabile di LifeGate ed esperto di cambiamenti climatici Perrone parlerà dell’acqua dal punto di vista ambientale e globale. Noi e il Pianeta siamo fatti prevalentemente di acqua, ma oggi questa grande risorsa indispensabile alla vita subisce un attacco drammatico: gli oceani e i mari sono diventati discariche di plastica e molte specie, compresa la nostra, sono a rischio.

Con Molteni, direttore scientifico di LifeGate, nell’intervento dal titolo Troppa acqua, poca acqua: i due effetti opposti del cambiamento climatico, approfondiremo i due effetti opposti dei cambiamenti climatici che si stanno manifestando con sempre maggior frequenza: da un lato l’aumento di piogge torrenziali e inondazioni in certi territori e dall’altro la mancanza di acqua che sta accelerando il processo di desertificazione in altri territori del pianeta. Nel corso dell’incontro si cercherà di dare risposta alla domanda: “Da cosa dipendono questi cambiamenti e quali sono o dovrebbero essere le buone pratiche da adottare per non accrescere questi fenomeni?”.

L’acqua è il legame con la nostra produzione. L’acqua da portare idealmente, simbolicamente alle famiglie attraverso degli oggetti che rispettino l’ambiente e che possano portare acqua più pulita possibile. Le forme dei nostri prodotti sono forme d’acqua, che richiamano quest’elemento pulito, fluido, prezioso, utile, sano, fondamentale per la vita. Dare all’acqua la forma migliore è la nostra missione.

— Daniela Fantini

Riflessioni sull’acqua: Piero Lissoni e Irene Grazioli

Pubblicato da Fantini su Martedì 6 ottobre 2020

Martedì 6 ottobre in Architettura e acqua, vedere, sentire l’acqua, l’architetto Piero Lissoni analizzerà l’acqua dal punto di vista dell’architettura, per cui può essere un elemento interessante sia visivo che uditivo. L’esempio più famoso è la casa sulla cascata di Frank Lloyd Wright nei pressi di Mill Run in Pennsylvania, ma anche il recente progetto del Victoria & Albert Museum a Dundee: il primo museo del design in Scozia e progettato da Kengo Kuma sull’acqua. Lissoni è anche colui che ha progettato l’headquarter dell’azienda Fantini e l’hotel Casa Fantini a Pella in cui l’acqua è, ovviamente, un elemento sempre presente.

Sempre il 6 ottobre in Parole sull’acqua, l’attrice interprete di televisione, cinema, teatro Irene Grazioli, leggerà alcuni brani e poesie dove l’acqua è protagonista nelle sue molteplici forme come elemento indissolubilmente legato all’essenza della vita.

Riflessioni sull’acqua

Pubblicato da Fantini su Venerdì 9 ottobre 2020

Il ciclo di appuntamenti terminerà venerdì 9 ottobre con l’omaggio a Paik Sun Kim, architetto e designer coreano di grande sensibilità e poesia. Fra le altre cose, durante la sua carriera Paik Sun Kim ha disegnato il prodotto AK/25 della collezione Aboutwater Boffi-Fantini, vincitore del Compasso d’oro dell’Associazione per il disegno industriale (ADI). A ricordare l’artista prematuramente mancato saranno Luciano Galimberti, presidente di Adi, Roberto Gavazzi, amministratore delegato dell’azienda Boffi, e Daniela Fantini.

Articolo sponsorizzato