Lupi travestiti da cani

Tutti i canidi, lupi, sciacalli, cani selvatici e domestici possono accoppiarsi tra di loro e partorire cuccioli sani. E’ solo un problema di altezze se il piccolo Chihuahua non si accoppia con il grande Danese.

Difficile da credersi, ma il bassotto, così come lo
yorkshire, hanno come trisavolo il lupo.
Piccoli, grassi, lunghi, corti, alti, magri, rotondetti, con coda,
senza coda, orecchie in su, orecchie in giù, gialli, neri,
pezzati, bianchi, a macchie, a tinta unita, tutti indistintamente
hanno un unico parente prossimo: il lupo!

Il lupo asiatico da cui discendono i cani domestici, differisce dal
lupo canadese o americano con il quale identifichiamo il lupo:
è un animale più piccolo, con una pelliccia meno
folta.

Il lupo è un animale fortemente sociale che vive in branco,
nel quale i membri collaborano tra di loro. E’ probabile che alcune
somiglianze tra la maniera di vivere del lupo e degli esseri umani
dodicimila anni fa abbia fatto sì che le due specie si
incontrassero.

Alcune teorie dicono che i cuccioli di lupo venivano catturati per
cibarsene e, in alcuni casi, offerti ai bimbi come compagni di
gioco. Essendo il lupo animale sociale si inseriva ben presto nel
branco umano, avvertendo per esempio dei pericoli, o fiutando le
prede.

Ben presto l’uomo, sfruttando le caratteristiche del lupo,
creò il cane domestico, nelle più svariate forme:
incrociando i caratteri più idonei soddisfaceva le proprie
esigenze: custodire la proprietà, la caccia, la guerra, etc.

Articoli correlati
Il Picchio Nero: tam-tam della foresta

Di solito la sua presenza passa inosservata, almeno fino a quando sul tronco di un abete bianco o di un peccio non compaiono cavità rotonde o rettangolari di notevoli dimensioni.

Uccellini. Un pettirosso per amico

Il pettirosso (Erithacus rubecula). Dall’inconfondibile canto, ci accompagna durante i lunghi mesi invernali. Ecco come attirarlo nei nostri giardiin.

Il rinoceronte, bianco o nero?

Il rinoceronte asiatico del quale esistono diverse specie, con un numero ridottissimo di esemplari, ha solamente un unico corno. Diversamente il rinoceronte africano ha due corni. Di questo esemplare esistono due specie, il rinoceronte “bianco” e quello nero.