Investimenti sostenibili

Manchester ci insegna cosa si può fare con i social impact bond

Un’obbligazione per trovare una sistemazione ai senzatetto: più avrà successo, più verranno remunerati gli investitori. È l’esperimento di Manchester.

Quando c’è un problema sociale da risolvere, si è portati istintivamente a pensare che le risorse debbano venire dal settore pubblico. E, quando l’amministrazione per qualche motivo non ce la fa, dal mondo dell’associazionismo, del volontariato, del Terzo settore. In realtà, però, anche gli investitori privati possono intervenire. E non a titolo di beneficenza, ma addirittura guadagnando qualcosa. Merito di strumenti finanziari come i social impact bond. L’ultima in ordine di tempo ad adottarli è la città di Manchester, alle prese con un’emergenza umanitaria e sociale legata alle migliaia di senzatetto che vivono nelle sue strade.

Emergenza senzatetto a Manchester

Stando ai dati della ong Shelter, dallo scorso anno il numero di senzatetto nella contea di Manchester è aumentato addirittura del 30 per cento. In tutto sono state censite 4.428 persone prive di un’abitazione stabile. Ben 2.985 di loro vivono proprio nella città di Manchester.

L’amministrazione già investe circa 1,5 milioni di sterline l’anno per fornire un appoggio temporaneo a chi si trova improvvisamente senza una casa dove stare. Spesso si tratta di sistemazioni di fortuna che possono risultare inadeguate. Per questo, nelle prossime settimane l’amministrazione inizierà ad acquistare una decina di abitazioni in diverse zone della città, come fase pilota di un progetto che potrebbe ampliarsi. Durante l’inverno, le stazioni dei vigili del fuoco saranno aperte per dare un riparo a chi ne ha bisogno.

Senzatetto elemosina
Un senzatetto chiede l’elemosina. © Christopher Furlong/Getty Images

Un social impact bond per i senzatetto

Per affrontare un’emergenza del genere, però, le risorse non bastano mai. Così, l’amministrazione di Manchester ha deciso di emettere un social impact bond del valore di 1,8 milioni di sterline (poco più di 2 milioni di euro). I proventi saranno forniti a un’organizzazione lavorerà a diretto contatto con i senzatetto che hanno bisogno di aiuto immediato. Stando a quanto dichiara a Manchester Evening News il sindaco Andy Burnham, questi fondi saranno disponibili nell’arco di poche settimane. E dovrebbero bastare a togliere dalla strada un centinaio di persone. “È un grande annuncio. La popolazione dovrebbe iniziare a cogliere una differenza in un lasso di tempo ragionevolmente breve”, afferma.

Cos’è un social impact bond

Un social impact bond è un particolare tipo di obbligazione con cui il settore pubblico raccoglie liquidità per retribuire chi gli fornisce servizi di welfare. La sua peculiarità sta nel meccanismo di remunerazione del capitale investito, chiamato pay by result: chi ha acquistato l’obbligazione, infatti, riceverà un ritorno finanziario agganciato al raggiungimento di un certo risultato sociale. Il concetto di social impact bond, infatti, nasce da una considerazione: se si risolve un problema sociale, si evita un costo per la società. In virtù di questo risparmio, la pubblica amministrazione può permettersi di remunerare gli investitori.

Il primo social impact bond, che risale al 2010, serve per sostenere il reinserimento sociale dei detenuti del carcere di Peterborough, in Inghilterra. Anche in Italia da qualche mese inizia a riflettere su quest’opportunità. A marzo, infatti, uno studio di fattibilità sugli strumenti pay by result è stato presentato al ministro della Giustizia Andrea Orlando.

 

Foto in apertura © Dan Kitwood / Getty Images
Articoli correlati