A Mantova la bicicletta elettrica diventa un’ambulanza

La startup Ekletta ha fornito alla Croce Rossa Italiana tre biciclette a pedalata assistita per il primo soccorso, dotate della strumentazione necessaria per intervenire in caso di necessità.

Tre biciclette a pedalata assistita dotate di strumentazione medica sono state consegnate alla Croce Rossa Italiana di Mantova. Le tre ebike potranno essere utilizzate per intervenire rapidamente laddove un’ambulanza non può arrivare facilmente quindi durante fiere, grandi eventi e luoghi dove si verificano grandi assembramenti di persone.

 

ekletta bicicletta elettrica
La bicicletta elettrica di Ekletta utilizzata dalla Croce Rossa. Foto via Ekletta

 

L’Associazione che si occupa di assistenza sanitaria non è nuova alla scelta della bicicletta. Già dal 2009 ha attivato un servizio chiamato C.R.I. in Bici, che prevede la presenza di operatori della Croce Rossa Italiana su mountain bike attrezzate per il primo soccorso durante il periodo estivo, in particolare in zone affollate e frequentate da turisti.

 

La novità assoluta sta nell’aver coniugato un servizio sociale con la mobilità sostenibile elettrica, ideato e realizzato in questo caso da Ekletta. La startup mantovana in questo modo ha diversificato il mercato delle biciclette elettriche, fornendo un servizio estremamente diversificato e personalizzabile.

 

ekletta2

 

Infatti le ebike, oltre ad essere dotata di strumentazione medica, sono ricoperti (wrapped in gergo) da una pellicola gommosa che protegge la vernice e permette di decorare i mezzi con varie tonalità di colori e con grafiche personalizzate e marchi o nomi, come appunto quelle in dote alla Croce Rossa.

 

L’azienda, selezionata tra le 10 migliori startup di UniCredit Start Lab per la categoria Innovative Made in Italy, offre una gamma completa di biciclette a pedalata assistita, con 9 modelli suddivisi in 4 famiglie.

 

Naked Ekletta
La naked elettrica. Foto via Ekletta

 

L’ultima in ordine di apparizione è la naked che promette di rispondere alle più disparate esigenze di chi la guida, perché in grado di salire anche con pendenze del 20 per cento, mentre le frenata è assicurata impianto frenante dotato di due freni a disco idraulici, “una vera motard elettrica”, riporta l’azienda.

Articoli correlati