Milano green forum, da evento annuale a museo digitale permanente

Raccogliere le novità sull’ambiente e avere un impatto positivo sulla comunità: il Milano green forum, da evento, si fa museo.

Il valore di un museo sta nella sua capacità di generare un impatto positivo per la società, divenendo luogo di aggregazione, punto di riferimento, organismo di ricerca per lo sviluppo del territorio. E questo vale sia che si tratti di un museo fisico, sia che si parli di uno virtuale. Lo sanno bene gli organizzatori del Milano green forum, che da manifestazione a cadenza annuale sulle tematiche ambientali è diventata un laboratorio digitale permanente.

Milano green forum: un archivio, ma non solo

Il Milano green forum è dunque diventato un vero e proprio museo digitale, che ha l’obiettivo di raccogliere, elaborare e condividere tutte le novità e tutto ciò che di valore viene detto e fatto in campo ambientale. Nel museo si trova quindi l’Archivio delle passate edizioni della manifestazione, sia fisiche che virtuali, con documenti, report, contenuti prodotti ad hoc. Ma non è tutto qui.

La seziaone Mostre ospita opere e visioni artistiche per indagare il rapporto uomo natura. © Milano green forum

Per raccontare le sostenibilità ambientale a tutto tondo, il museo ha anche altre sezioni che permettono di approfondire il tema. La sezione Mostre, per esempio, ospita opere e visioni artistiche di pittori, fotografi, cineasti, performer intenzionati a indagare il rapporto uomo/natura con la propria arte.

In Espositori si trovano le best practice di imprese, start.up e istituzioni, mentre Autori è la sezione dedicata ai protagonisti e ai principali interpreti delle tematiche ambientali, dalla moda all’economia circolare, dalla mobilità all’energia, ai nuovi materiali. Gli spazi dedicati alle Green voices e ai Green talks ospitano video di questi interpreti, aiutando i “visitatori” a comprendere meglio le urgenze attuali.

“Al cambiamento climatico si risponde con il cambiamento”
Federico Manca, Presidente Milano Green Forum

Da virtuale a fisico

Per diffondere meglio consapevolezza ambientale e proseguire la lotta al cambiamento climatico, è già prevista un’evoluzione dell’iniziativa: nel 2023 è infatti prevista l’inaugurazione della sede fisica a Milano.

Il progetto è ideato dall’associazione di promozione sociale MGF Aps partner di NewEuropeanBauhaus e dalla startup innovativa a vocazione sociale ChabliF S.r.l. ed è supportato da BlackRock Italia, Bosch Italia, con il patrocinio del Ministero della transizione ecologica, Regione Lombardia e di Fondazione Cariplo.

Articoli correlati
Gli animali del mondo “parlano” ai leader della Cop26

Partito dall’Italia, realizzato da studenti di tutto il mondo e presentato da Brian May, il corto Who wants to live forever debutta alla Cop26 per lanciare un messaggio a tutti i leader della Terra. In sottofondo le inconfondibili note dei Queen.