Coronavirus

Cosa è successo ieri notte a Napoli dopo l’inizio del coprifuoco

Dopo l’inizio del coprifuoco in Campania, a Napoli sono cominciati proteste e scontri contro le misure del governatore Vincenzo De Luca.

Quando in tutta la Campania è scattata l’ordinanza per il contenimento della diffusione del coronavirus che prevede un coprifuoco notturno – dalle ore 23:00 alle ore 5:00 – e un divieto totale a spostarsi da una provincia campana all’altra, a Napoli si sono verificati episodi di guerriglia urbana che hanno visto migliaia di manifestanti scontrarsi con poche decine di rappresentanti delle forze dell’ordine. Parliamo della notte di venerdì 23 ottobre.

Gli scontri a Napoli dopo il coprifuoco

La manifestazione di protesta, iniziata poco dopo le ore 23:00, contro le nuove misure del governatore della Campania Vincenzo De Luca, si è trasformata in pochi minuti in uno scontro. Secondo la ricostruzione che fa il Mattino, quotidiano di Napoli, “le tensioni sono cominciate poco dopo le 23:00 a via Cesario Console, quando alcuni gruppi di facinorosi a bordo di scooter di grossa cilindrata hanno organizzato un blocco stradale improvvisato, paralizzando la circolazione per diversi minuti”.

Poi il blocco stradale si è sciolto e i manifestanti si sono spostati di corsa verso il rione “Santa Lucia, dove, nei pressi del palazzo della regione, hanno dato manforte ad un secondo corteo che proveniva dal lungomare”. Qui hanno incrociato i circa cento poliziotti che facevano da scudo alla sede della regione. “La tensione è salita alle stelle quando un terzo gruppo – segno di una strategia d’assalto ben congegnata e organizzata – è arrivato dalla direzione di via Chiatamone ed ha praticamente circondato il presidio delle forze dell’ordine”, prosegue il Mattino.

Aggrediti un giornalista e due operatori di Sky Tg24

Un giornalista di Sky Tg24, Paolo Fratter, è rimasto coinvolto negli scontri, spintonato e insultato insieme a due operatori che lo riprendevano mentre erano in diretta sul canale all news.

De Luca dovrebbe annunciare un lockdown totale in Campania dove nelle ultime 24 ore si sono verificati 2.280 casi per un totale di 24.365 persone attualmente positiva al Sars-Cov-2.

Articoli correlati