Expo 2015

Prima colazione nel mondo: i buoni esempi da cui prendere spunto

Come si fa una buona prima colazione? Ecco suggerimenti e idee per ricevere il giusto stimolo energetico, il giusto segnale, fin dal mattino.

Per essere sana, la prima colazione deve apportare il 15-20% delle calorie giornaliere, essere bilanciata e composta da alimenti di qualità, ovvero integrali, biologici, freschi. E deve diventare un’abitudine: studi scientifici hanno dimostrato che chi salta la colazione ha maggiori difficoltà di concentrazione e attenzione durante le ore del mattino, quelle che il nostro orologio biologico ha demandato all’apprendimento. Dalle pagine di ExpoNet, magazine di approfondimento su cibo e alimentazione di Expo Milano 2015, l’immulogo Attilio Speciani ci svela tutti i segreti della miglior prima colazione.

 

colazione

 

Per questo, nella maggior parte delle culture di tutto il mondo, l’assunzione di cibo al mattino ha un significato profondo, per l’azione potente sul metabolismo (tra l’altro, senza prima colazione gli sforzi per dimagrire rischiano di essere del tutto inutili), per la regolazione energetica dell’organismo e per i significati simbolici che può prendere, perché nel mondo attuale la colazione rimane uno dei pochi possibili momenti di aggregazione e di comunicazione familiare.
Mentre in molte parti del mondo la prima colazione è sempre considerata il momento di partenza della giornata, in Italia, solo una piccola percentuale di persone si nutre adeguatamente nei primi momenti del mattino, moltissimi saltano del tutto quell’importante momento metabolico e una gran parte limita lo stimolo energetico a un caffè con brioche o cornetto preso velocemente al bar.

 

  Continua a leggere l’articolo su ExpoNet

Articoli correlati