Proteggi il lupo, adotta gli asini

In Svizzera hanno provato a togliere il lupo dalla lista degli animali “strettamente protetti”. Ma la proposta è stata bocciata.

In sostanza, però, il ritorno del lupo in Svizzera
(Ticino-Grigioni) potrebbe creare ovviamente qualche problema alle
greggi. Per questo l’associazione Ufafp ha attivato un progetto per
l’introduzione di cani da guardia e l’istruzione dei pastori, per
aiutare gli allevatori più colpiti dai lupi.

Ma c’è anche la possibilità di “assoldare” gli
asini, molto più grandi dei lupi e efficaci quanto loro se
minacciati. Il raglio degli asini è in grado di allarmare il pastore.
Gli asini reagiscono con sensibilità a ogni disturbo,
detestano ogni specie canina e difendono aggressivamente il gregge
contro ogni intruso. Essi potrebbero, a quanto pare, rendersi utili
per proteggere piccole greggi chiuse in recinti, che possono essere
tenute d’occhio senza grossi problemi.

In effetti, gli asini vengono per esempio utilizzati
nell’America del Nord contro il coyote e in Namibia contro il
ghepardo.

 

Articoli correlati