Quanto sono ghiotti gli scoiattoli di Montevecchia, il video

Le video trappole immortalano gli scoiattoli mentre aprono le scatole e scappano via con le noci. In un parco naturale a 40 minuti da Milano.

Le immagini parlano da sole. Sono state riprese con delle “video trappole” nel Parco di Montevecchia e valle del Curone, siamo nella Brianza lecchese, a circa 35 chilometri da Milano.

I volontari delle Guardie ecologiche volontarie (Gev) hanno attrezzato un angolo del bosco di modo da renderlo “appetibile” attraverso una regolare provvista di noci. Gli scoiattoli hanno presto imparato come servirsi da soli e le telecamere così hanno potuto riprenderli nella loro vita quotidiana.

 

Il merito delle riprese è della Gev Giuseppe Comi. Con la colonna sonora del canto degli uccelli e il ticchettio del picchio, gli scoiattoli sembrano essere decisamente intelligenti, visto come aprono le scatole trasparenti in cui sono contenute le noci, e talvolta buffi; nel complesso irresistibilmente simpatici!

 

scoiattolo rosso sbircia da un ramo
Scoiattolo rosso sbircia da un ramo © Ingimage

“Tutto è partito da un progetto della Regione Lombardia per la reintroduzione dello scoiattolo rosso in alcune zone, tra cui anche quella del Parco del Curone” ha spiegato Giovanni Zardoni, coordinatore delle Gev. “L’osservatorio è aperto al pubblico che può recarsi sul posto, con rispetto e attenzione, e stare a osservare questi animali e la loro vita nel bosco, senza avvicinarsi alle mangiatoie per non disturbarli e spaventarli”.

 

Il Parco di Montevecchia e valle del Curone è nato nel 1983 e copre 2355 ettari di campi agricole e delle prima colline della Brianza. La più famosa di queste è quella di Montevecchia, che sfiora i 500 metri, dominata da un santuario ben visibile da tutta la pianura circostante, e meta conosciuta per gite domenicali dagli abitanti delle province di Lecco, Milano e Monza e Brianza.

 

Subito a nord di Montevecchia scorre il torrente Curone. L’omonima valle è copera di boschi e si apre su prati, campi e vigne che la fanno sembrare un angolo di Toscana. In un punto riparato è stato allestito l’osservatorio degli scoiattoli, visitabile dal pubblico in silenzio e nel rispetto della natura. Per conoscerne l’esatta ubicazione ci si può rivolgere alle Guardie ecologiche volontarie del parco.

Articoli correlati