Questa ragazza ha dovuto rubare la propria bicicletta

Jenni Morton ha ritrovato la sua bici su Facebook grazie alla comunità di ciclisti di Bristol. Ha deciso così di vendicarsi con il ladro con un’azione rocambolesca.

Possiamo solo immaginare l’espressione che può aver avuto Jenni Morton appena ha rivisto la sua bici azzurra nella foto di un annuncio di vendita che però non era suo.

jenni morton tre bici
Jenni Morton fotografata con tre biciclette tra cui quella che ha dovuto rubare per riaverla. Foto © Jenni Morton

La bicicletta le fu rubata rompendo la catena come spesso accade in tante città, in questo caso a Bristol, in Gran Bretagna. Jenni non si è persa d’animo e ha ragionato su come ritrovare la sua amata due ruote. Alla fine arriva l’idea: contattare il gruppo Facebook Bristol Cycling, che raccoglie la comunità di ciclisti locale.

Ecco come Jenni Morton ha ritrovato la sua bici rubata

La solidarietà nel segno dell’affetto verso questo mezzo di trasporto a volte fa miracoli: qualcuno ha dato un’occhiata a vari annunci di vendita, confrontando le foto con quella pubblicata da Jenni, fino a trovare una bici identica.

Me and my #bike #cyclist #cycling #cyclinglife #thegirlwiththebluebike #twcweride #bristol #happyfriday

Un post condiviso da Jenni K. Morton-Humphreys (@jenniandteddi) in data:

Fortunatamente i colori, come la sella, erano rimasti gli stessi, permettendone il riconoscimento da parte della ragazza. Jenni decide di fingersi un potenziale acquirente e di accettare l’appuntamento con il ladro. Un’idea elaborata dallo sconosciuto aiutante che ha trovato l’annuncio su Facebook; una possibilità che le era stata sconsigliata dalla polizia di Bristol anche perché non sarebbero potuti intervenire. Jenni aveva però troppo timore che qualcun altro avrebbe risposto positivamente all’annuncio di vendita, perdendo così l’unica occasione di riprendere la sua bicicletta.

La ragazza ‘ruba’ la sua bici

Così, come raccontato al Bristol Post, Jenni si presenta la mattina del lunedì successivo al luogo di incontro. Preferisce presentarsi con netto anticipo in compagnia di un amico, per osservare l’arrivo della persona con la sua bici. A questo punto parte il piano elaborato dalla ragazza.  Dopo aver fatto alcune domande sulla bici al ladro, Jenni ha affermato che la sella era troppo alta per lei. L’uomo decide di fargliela provare, anche perché Jenni gli lascia in mano quanto aveva: il suo mazzo di chiavi e un pacchetto di sigarette.

Appena fatta qualche pedalata Jenni scatta all’improvviso e va via più veloce che può, trasformandosi in quel momento nella ladra della sua bicicletta. L’uomo, non vedendola più tornare, comincia a dare un’occhiata agli effetti personali della ciclista scoprendo con amarezza la verità: il pacchetto di sigarette conteneva solo un accendino rotto e il mazzo di chiavi era in realtà quello della catena che teneva bloccata la sua bici prima che le venisse rubata il giorno prima.

Un’avventura a lieto fine con un pizzico di suspence che ha permesso a Jenni Morton di tornare a casa con la sua bicicletta, grazie anche al supporto della comunità di ciclisti di Bristol.

Articoli correlati