StanzaScirocco Comunicazione complicata

StanzaScirocco Comunicazione complicata Cara LidiaMia, il vulcano stamattina non la smette di lamentarsi. Il brontolio costante e i toni gravi di questo totem gigante sono il rumore di sottofondo ad ogni piccolo movimento di quest’isola…

StanzaScirocco Comunicazione complicata


Cara LidiaMia,
il vulcano stamattina non la smette di lamentarsi. Il brontolio
costante e i toni gravi di questo totem gigante sono il rumore di
sottofondo ad ogni piccolo movimento di quest’isola. E’ così
che è arrivata la nuova ospite stamattina, col sottofondo di
un vulcano sotto i suoi passi veloci.
L’ho vista entrare come se avesse paura, ma la coda veloce di
Prospero l’ha immediatamente calmata. Il potere che ha Prospero
sulle donne sarebbe da studiare attentamente….
Quando le ho chiesto la sua carta di identità per
registrarla, sono rimasto colpito dalla serie di nomi stampata su
quel foglio: Sofia, Vittoria, Marcella. Tre nomi in fila non li
avevo ancora mai visti e deve averlo notato dato che mi ha
immediatamente detto “Sì lo so, i miei si sono lasciati un
po’ prendere dal panico quando sono nata. Panico e indecisione…
pensi che sono nata a Parigi, vissuta a Madrid e ora trasferita da
poco a Roma.. Comunque a me piace Sofia tra quei tre nomi” L’ho
trovata divertente e bizzarra. Cappello nero alla francese in
testa, uno strano vestito verde oliva di un materiale che penso di
non conoscere e scarpe basse, nere. “Benvenuta Sofia!” è
stata l’unica cosa che sono riuscito a dirle. Prospero invece,
amando la solitudine ma preferendo la buona compagnia ha cominciato
ad abbaiare. Ho pensato che stesse arrivando un nuovo ospite, ma
invece Prospero abbaiava perchè voleva una carezza dalla
nuova arrivata. Ha preteso una carezza. Non so come lei l’abbia
capito ma si è voltata ha sbadigliato davanti al terrier si
è chinata e lo ha accarezzato sotto il collo “Come si
chiama?” mi ha chiesto
“Basilio, ma qui mi chiamano tutti U naufrago”
“No, il cane intendevo”
“Ah… Prospero”.
“Che bel nome!” ha detto lei
“L’ha scelto il suo proprietario, un inglese che ora è
partito…mh..”
“No, intendevo il suo… Basilio è un bellissimo nome,
ricorda una pietra preziosa o forse un antico maestro… o forse
tutti e due!”.
Dopo questo dibattito di fraintendimenti LidiaMia, ho capito al
volo che sarà una settimana piuttosto complicata in quanto a
comunicazione…

Articoli correlati