Veterinaria

Vega test per cani e gatti: la diagnosi è più facile e precisa

Il Vega test è un utile sistema di diagnosi per molte patologie e disturbi di cani e gatti.

Il Vega test è un metodo usato da alcune medicine alternative, come omeopatia o agopuntura, per verificare lo stato di salute dei vari organi e scoprire intolleranze dell’organismo verso alcuni cibi. Si basa sui principi della bioenergetica: il corpo sarebbe un insieme di campi magnetici sui quali determinate sostanze possono influire. Il Vega test si effettua con un apparecchio munito di due elettrodi. Uno è posto sulla mano del paziente, l’altro è collegato a uno strumento con cui il medico misura le differenze di potenziale elettrico in particolari punti della pelle. Nella macchina vengono inserite fiale con sostanze omeopatizzate, cioè diluite in modo infinitesimale. Da pochissimo il Vega test è usato anche per la medicina animale con ottimi risultati soprattutto per quel che riguarda, appunto, l’intolleranza alimentare, un disturbo sempre più diffuso fra i nostri amici a quattro zampe. Spiega il dottor Simone Ventura, medico veterinario ed esperto di nutrizione. “I Vega test adoperati nel mondo animale sono sostanzialmente identici a quelli usati per noi umani. Si tratta sempre di strumenti che permettono di valutare lo stato energetico di base dell’organismo e di capire in che modo può modificarsi quando viene a contatto con alimenti, farmaci, rimedi naturali e/o sostanze in qualche modo pericolose per il nostro amico a quattro zampe.” I Vega test per gli animali si effettuano con apparecchiature specifiche che hanno programmi dedicati alla medicina veterinaria. Continua Ventura: “Esistono diverse metodiche di medicina non convenzionale che permettono di valutare lo stato energetico di ciascun organismo e le sue variazioni. Per esempio, il test muscolare kinesiologico, i test strumentali di biorisonanza, o appunto i Vega test.”

27130_646611085365831_374881658_n
Il Vega test permette di diagnosticare molte patologie e disturbi dei cani (Nella foto, cuccioli di Maremmano dell’Allevamento Contrada del Fiorano).

I Vega test e gli altri metodi diagnostici alternativi

Queste metodologie diagnostiche possono essere eseguite su un campione biologico del cane o del gatto come il sangue, la saliva, le urine o le feci. “I Vega test, per esempio, risultano particolarmente utili – continua il dottor Ventura – quando si vuole fare uno screening alimentare, allergologico o tossicologico. Permettono di testare sostanze alimentari potenzialmente tossiche e/o allergeni pericolosi per la salute della bestiola, senza stressarla eccessivamente e risultando decisamente poco invasivi”. Non solo. I Vega test possono essere utilizzati anche per identificare – tra i rimedi e le sostanze terapeutiche necessarie per una determinata patologia – quelle che meglio si adattano allo stato energetico dell’animale, permettendo di identificare e consigliare la migliore terapia specifica per il problema che lo affligge. Inoltre test diagnostici di questo tipo, possono essere affiancati ai metodi tradizionali per completare l’indagine diagnostica, ma anche essere usati da soli nel caso in cui la visita clinica permetta di escludere la presenza di gravi patologie organiche in atto.

shali che gioca
Un cane sano e vitale è anche un cane felice (Shalì, foto di Carmela Santoriello)

Utili strumenti diagnostici

“Personalmente mi è capitato di utilizzare il Vega test – aggiunge Simone Ventura – in caso di disturbi gastroenterici ribelli a cure, nelle diarree croniche e, più in generale, in tutte le situazioni di intestino facilmente irritabile. I test mi permettono di distinguere gli alimenti ben tollerati da quelli che possono scatenare i problemi di cattiva digestione. Alla luce dei risultati ottenuti sono in grado, alla fine, di formulare la dieta più adatta al piccolo paziente e posso altresì valutare se un mangime commerciale è adatto o no all’animale. Quest’ultima è una delle applicazioni più frequenti del Vega test perché non tutti i proprietari hanno il tempo e la predisposizione per preparare in casa la dieta quotidiana e si rende spesso necessario scoprire in modo inequivocabile quale cibo pronto si adatta perfettamente all’organismo della bestiola”. Strumenti utilissimi nel caso di patologie e disturbi, i Vega test, insieme ai test muscolari kinesiologici e a quelli strumentali di biorisonanza, stanno diventando un valido supporto sia alla diagnosi che alla cura di cani e gatti. Conclude Simone Ventura: “Sarebbe molto interessante potere diffondere l’uso di questi importanti strumenti diagnostici in ambito veterinario in modo da raccogliere una casistica il più ampia possibile e aumentarne, in questo modo, l’efficacia e i campi di applicazione”. A tutto vantaggio del benessere e della salute dei nostri insostituibili amici a quattro zampe.

Articoli correlati