70 giornalisti uccisi nel 2013

Il Committee to protect journalist ha rivelato il numero di giornalisti uccisi nel 2013. Sono settanta.

Sono 70 i giornalisti uccisi nel 2013 durante lo svolgimento delle loro funzioni lavorative. Lo ha reso noto il Committee to protect journalist (Cpj), rivedendo al rialzo il bilancio di tre settimane fa quando i morti risultavano 52. Nel 2012 le vittime erano state 74.

 

Le nazioni più fatali per i giornalisti risultano la Siria (dove nell’arco dell’anno ne sono stati uccisi 29), l’Iraq (con 10 morti) e l’Egitto dove hanno perso la vita 6 reporter.

 

In Siria si registra anche il primato di rapimenti di giornalisti, pari a 60 lo scorso anno compreso quello dell’italiano Domenico Quirico rimasto nelle mani dei rapitori per cinque mesi.

Articoli correlati