Auto elettriche, nasce a Roma la prima stazione di ricarica ultrafast

All’Enel X Store, realizzato da Enel X in collaborazione con Volkswagen Group Italia, le auto elettriche si possono ricaricare in soli 20 minuti.

Nasce a Roma la prima stazione di ricarica ultrafast per le auto elettriche. A corso Francia, nella zona nord della città, è stato inaugurato il primo Enel X Store: un vero e proprio “benzinaio” per questo tipo di mezzi e al contempo uno spazio dedicato a tutte le soluzioni e le tecnologie del futuro, dall’efficientamento energetico alla smart home, passando per gli strumenti digitali di pagamento. Realizzato da Enel X in collaborazione con Volkswagen Group Italia, mette a disposizione della città quattro stazioni HPC (High Power Charger), che consentono la ricarica di altrettanti veicoli contemporaneamente.

Un punto di svolta nella diffusione della mobilità sostenibile

Ciascun punto di ricarica ha una potenza fino a 350 kW e permette, alle auto elettriche compatibili con la carica a potenza elevata, di fare il pieno di energia in circa 20 minuti. Oltre ai caricatori ultrafast sono presenti anche una JuicePole, la stazione di ricarica pubblica da 22 kW + 22 kW e un JuiceMedia, lo schermo digitale integrato con due stazioni di ricarica, riservato ai test drive dei brand di Volkswagen Group Italia. Si tratta delle prime quattro stazioni ultrafast in Italia del progetto “Central european ultra charging”, cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito della call Connecting europe facility transport 2017.

L’interno dello Store © Enel X

Mentre ricaricano il proprio mezzo, i clienti possono sostare nell’area bar dello store, conoscere le tecnologie e i prodotti sostenibili di Enel X per la casa e la mobilità elettrica ed effettuare test drive con gli ultimi modelli a zero emissioni del gruppo Volkswagen. Si tratta, ha spiegato il Ceo di Enel X Francesco Venturini, “di un punto di svolta nella nostra strategia per la diffusione della mobilità elettrica a Roma e in Italia”, una soluzione “che va incontro alla necessità di fare il pieno di energia alla propria auto in poco tempo, a cui se ne aggiungeranno altre nelle principali città italiane. L’obiettivo e di offrire un’esperienza di ricarica semplice, affidabile e veloce”.

Roma punta sulle auto elettriche e sulla mobilità in sharing

La cerimonia di inaugurazione – alla quale hanno partecipato anche la sindaca di Roma Virginia Raggi e il Ceo di Volkswagen Group Italia, Massimo Nordio – è stata l’occasione per fare il punto sul futuro della mobilità elettrica in Italia e sulla centralità delle infrastrutture di ricarica. Per Venturini, tra il 2024 e il 2025 avverrà il sorpasso dell’elettrico sul motore tradizionale. Quanto allo sviluppo infrastrutturale, “la fase uno era orientata a coprire in modo capillare tutta la nazione e questo e avvenuto con 12mila punti di ricarica. Lo step successivo è quello di passare a un tipo di infrastruttura diversa: le grandi arterie stradali e andare a investire nelle grandi città che hanno esigenze diverse”. Grandi città che ormai scommettono in maniera sempre più decisa su una mobilità a minore impatto ambientale.

“Abbiamo puntato da subito – ha spiegato la Raggi – sulla mobilità elettrica e sostenibile. Sin dal 2017 abbiamo approvato un regolamento per avviare l’elettrificazione pubblica, attraverso l’installazione di centinaia di colonnine tradizionali. L’apertura di questo Enel X Store è un grande risultato perché consente a tutti proprietari di auto elettrica di avere un punto super veloce. Stiamo lavorando per aprirne anche altri su Roma”. Lo scorso anno, complice anche la pandemia, ha segnato un importante punto di svolta: “In sette mesi tra monopattini e bike sharing abbiamo registrato oltre 2 milioni di spostamenti. Ai romani la mobilità sostenibile piace e aprire uno store come questo è il segno che il futuro a Roma è già qui”.

Le auto elettriche del gruppo Volkswagen sono in esposizione all’esterno dello spazio © Enel X

Sulla mobilità del futuro il gruppo Volkswagen ha fatto investimenti molto importanti, pari a oltre 70 miliardi fino al 2025, metà dei quali sulle auto elettriche. “Il futuro – ha detto Nordio – è elettrico perché è la tecnologia che rappresenta la migliore opzione, in termini di efficienza e sostenibilità, per raggiungere i target climatici globali e arrivare a essere un’azienda carbon neutral entro il 2050. Questa scelta impone la responsabilità di fare squadra insieme ai protagonisti dell’ecosistema della mobilità elettrica”. All’interno dello store saranno in esposizione i modelli 100 per cento elettrici del Gruppo Volkswagen, a partire dalla ID.3 e, in esclusiva per l’Italia, il nuovo ID.4

 

Articoli correlati