In bicicletta con gli auricolari, secondo uno studio olandese non è pericoloso

Intervistate duemila persone nei Paesi Bassi per sapere se andassero in bicicletta con gli auricolari. La conclusione dello studio: in Olanda non è pericoloso perché si fa più attenzione.

Andare in bicicletta con gli auricolari ascoltando la musica o telefonando: tanto in Olanda quanto in altri Paesi è un desiderio di molti che alcuni realizzano anche in strada senza farsi troppi problemi. Ma è consentito muoversi nel traffico con le cuffie alle orecchie e quanto può essere pericoloso?

Nei Paesi Bassi hanno realizzato uno studio per approfondire la questione del rischio di pedalare con la musica negli auricolari o mentre si telefona a qualcuno, intitolato “Conversazioni con lo smartphone, ascoltare musica e auto (elettriche) silenziose: i suoni del traffico sono importanti per pedalare in sicurezza?”. I risultati si basano sulle risposte date da duemila volontari di tre fasce di età a un’intervista in cui, tra le altre cose, si chiede se e quanto vengono utilizzate le cuffie utilizzando una bicicletta.

bicicletta cuffie
Cuffie e auricolari mentre si pedala? Secondo uno studio olandese non è pericoloso a determinate condizioni. In foto Paulus Müller, speaker con Klaas Reese di Radfunk, programma dedicato alla bici in onda su Deutschland Radio. Screenshot da video su Youtube di Deutschlandfunk Nova.

Pedalare in bicicletta con gli auricolari è pericoloso? La conclusione dello studio olandese

La conclusione dello studio è che l’ascolto della musica o fare una telefonata con le cuffie, pur alterando l’udito, non porterebbe all’aumento di incidenti. Questo in quanto i ciclisti tendono a modificare il comportamento a causa della minore capacità di udire i rumori del traffico, prestando così maggiore attenzione. Quindi stare in bicicletta con gli auricolari è meno pericoloso di quanto sembra, a patto di non avere il volume alto.

Leggi anche: Sulla neve con la musica in cuffia: cosa ascoltano gli atleti in gara alle Olimpiadi

Va comunque considerato che l’analisi a seguito dello studio si basa sulle ricerche condotte nei Paesi Bassi, dove ci sono maggiori infrastrutture per le biciclette e di conseguenza una mobilità ciclabile più sicura. I risultati potrebbero quindi variare se si facesse uno studio analogo in altri Stati.

Ma in italia è permesso andare in bicicletta con gli auricolari?

Usare cuffie e auricolari nel traffico è vietato in Italia, divieto che vale non solo per le persone che guidano una bicicletta, non però se parliamo al singolare. Che significa? Possiamo usare un auricolare, come quelli che venivano prodotti in passato appositamente per i telefoni cellulari o come molti modelli bluetooth. Questo perché è importante, secondo il legislatore, essere in grado di ascoltare i suoni esterni per tenere alta l’attenzione.

Leggi anche: La musica migliore per guidare: la tua

Certo, c’è chi ha sottolineato il fatto che nessun problema ci si pone con chi guida ascoltando la musica dell’autoradio ad alto volume, un problema di inquinamento acustico (soprattutto la notte), di tutela della capacità uditiva nonché di minore attenzione nei confronti del traffico.

Con l’auto elettrica servirà comunque più attenzione

Nello stesso studio olandese si fa poi presente di un’evoluzione futura di cui bisognerà tener conto per una maggior sicurezza stradale: la diffusione delle auto elettriche. I motori sono infatti molto silenziosi, cosa che ha creato persino un dibattito sulla necessità o meno di dotare i veicoli di suoni che ne segnalino in qualche modo la presenza. Per pedoni e ciclisti sarà un invito a una maggiore attenzione, concentrandosi sul percorso che si affronta per non rischiare di essere investiti dall’auto del futuro. Già ora, comunque, serve più concentrazione quando si pedala nel traffico in modo tale da allontanare il rischio di incidenti, con o senza cuffie alle orecchie.

Articoli correlati