Bicistaffetta 2017, una pedalata tra i tesori turistici di Liguria e Toscana

La Bicistaffetta 2017 organizzata da Fiab attraversa tutta la Liguria e una parte della Toscana, con l’obiettivo di realizzare una rete ciclabile italiana ed europea.

Una settimana di pedalate per 444 chilometri passando per alcuni dei luoghi più suggestivi d’Italia: questa è la Bicistaffetta 2017 organizzata dalla Federazione italiana amici della bicicletta (Fiab). Un viaggio che dal 24 al 30 settembre attraversa tutta la Liguria e una parte della Toscana, per un percorso che da Ventimiglia arriva fino a Pisa passando per Finale Ligure, Genova, Sestri Levante, La Spezia, Viareggio.

pista ciclabile liguria parco costiero ponente
Scatto dall’alto del tratto di pista ciclabile del Parco costiero Ponente che sarà attraversato durante la Bicistaffetta 2017 da Fiab. Foto © Fiab

I 50 ambasciatori della Bicistaffetta 2017 Fiab

Ben cinquanta ambasciatori per questa edizione numero diciassette, pronti a mappare assieme a Fiab la Ciclovia tirrenica secondo l’itinerario Bicitalia 19, diventato uno dei tratti prioritari anche grazie all’impegno delle regioni Liguria e Toscana. Alle pedalate sono invitati anche tutti coloro che hanno voglia di unirsi alla Bicistaffetta 2017 lungo la Ciclovia tirrenica.

In particolare il programma Rete Ciclabile Ligure ha coinvolto le amministrazioni locali e avviato un lavoro organico di potenziamento degli itinerari protetti da percorre in bicicletta e di alcuni servizi a essi legati.

Bicistaffetta 2017 in Liguria e Toscana per promuovere le ciclovie

Tra i tratti interessati dalla Bicistaffetta 2017 ci sono 25 chilometri della Ciclovia del parco costiero di Sanremo, realizzati sfruttando una ferrovia dismessa e aggiungendo luoghi di ristoro e accessi alla spiaggia. C’è comunque ancora da fare per migliorare la ciclabilità di questa parte: in programma interventi nel tratto tra San Lorenzo al mare e Andora, il recupero della ciclovia dell’Ardesia, il collegamento fino a Monterosso della Ciclovia delle Cinque Terre.

Gli ultimi due giorni sono in Toscana, dove Fiab vorrebbe interventi in grado di dare continuità al percorso ligure. “Già oggetto di studio di fattibilità da parte della Regione Toscana, questo tratto della Ciclovia Tirrenica non è ancora realizzato – spiega Antonio Dalla Venezia, consigliere nazionale Fiab e responsabile Bicitalia – E’ dunque fondamentale valorizzare gli interventi già esistenti, come i molti itinerari ciclabili tra Massa e Pisa o le ciclovie urbane di Massa Carrara e di Viareggio, ricucendo i diversi tratti. Inoltre, per dare continuità al percorso affinché possa davvero rappresentare un volano per il turismo sostenibile in bicicletta che contribuirebbe ad allungare la stagione turistica, è anche necessario rendere ciclabile l’attraversamento del fiume Serchio”.

L’obiettivo di questa staffetta in bicicletta è la promozione della rete ciclabile nazionale Bicitalia e la volontà di sensibilizzare gli amministratori e le comunità locali sulle potenzialità di percorsi pedalabili che uniscano il territorio italiano e non solo. La giornata di chiusura a Pisa è infatti un evento dedicato agli itinerari turistici sostenibili con rappresentati italiani e francesi, in particolare della Corsica.

“Con Bicistaffetta vogliamo far presente a tutte le amministrazioni locali attraversate dalla Ciclovia tirrenica che, finalmente, il Governo ha stanziato i primi fondi dedicati a questo tratto”, sottolinea la presidente Fiab Giulietta Pagliaccio che aggiunge: “I progetti per interventi mirati sono già nei piani regionali di Liguria e Toscana e nella bozza dei piani del Lazio dove la ciclovia prosegue fino a Latina. Quello che serve è dare seguito alle progettualità ed agire concretamente in modo celere”.

Articoli correlati
A un italiano su tre piacerebbe andare al lavoro in ebike

Gli italiani sono al terzo posto su dieci Paesi europei per la disponibilità ad andare al lavoro in ebike. La motivazione principale a favore è la tutela dell’ambiente, a scoraggiare il maltempo e il costo delle biciclette elettriche.