Bimbimbici, domenica 8 maggio si torna in sella con i più piccoli

Torna Bimbimbici, l’iniziativa di Fiab dedicata ai più giovani e alle famiglie. Scoprite le città dove si pedala insieme e si festeggia la mobilità attiva.

Pedalare è un gioco da ragazzi, anzi una favola. Pedalano infatti principesse, mostri, lupi occhialuti, eroi furbetti che insieme vanno in bici a scuola, divertendosi. Sono loro i protagonisti della “nuova fiaba della bicicletta” raccontata da Fiab Federazione italiana ambiente e bicicletta e rivolta alle nuove generazioni, una piccola storia a pedali che accompagna l’evento Bimbimbici.

bimbimbici, fiab
La locandina di Bimbimbici 2022 e la fiaba della bicicletta © Fiab

L’iniziativa è dedicata alle famiglie e ai più piccoli, invitati a scegliere e a festeggiare le due ruote domenica 8 maggio, quando tantissime città di tutta Italia verranno colorate da pedalate collettive che attraverseranno le vie e le piazze, dando la possibilità di sperimentare un modo di muoversi alternativo all’uso dell’auto privata, più ecologico e più allegro. Un appuntamento in cui il “popolo della bicicletta” si ritrova e celebra con orgoglio l’impegno e la bellezza del bike to school, dando anche la possibilità a chi non ha mai partecipato di provare quest’esperienza in sicurezza. Perché la favola di Bimbimbici si scrive insieme, pedalando in strada.

Ventitré anni di Bimbimbici

L’iniziativa compie ventitré anni ed è stata sospesa solo nel 2020 a causa della Covid-19. Ogni anno, nella seconda domenica di maggio, si promuove quindi la mobilità attiva con l’obiettivo di diffondere l’uso della bicicletta tra i giovani e giovanissimi. Ovviamente la giornata di festa è solo il momento culminante di un lavoro sul territorio che in maniera capillare viene portato avanti quotidianamente dai volontari di Fiab.

Basti pensare ai sempre più diffusi pedibus e bicibus che tutti i giorni attraversano le strade delle città per raggiungere le scuole in gruppo. Inoltre, numerose sono le attività intraprese nelle scuole: dalla materna alle superiori, si organizzano incontri sull’educazione stradale e sull’uso consapevole della bici, per arrivare a laboratori di ciclomeccanica ed esperienze di cicloturismo attivo di classe.
Nel 2021 hanno partecipato a Bimbimbici oltre 40mila persone in 210 eventi di 18 regioni d’Italia.

bimbimbici, bicicletta, fiab
In piazza con i volontari di Fiab Federazione italiana ambiente e bicicletta© Fiab

Il patrocinio del ministero della Salute e della Società italiana di pediatria

Novità di quest’anno è tra gli altri il patrocinio del ministero della Salute e di Sip, Società italiana di pediatria la cui presidente, Annamaria Staiano, ha dichiarato: “Andare a scuola a piedi o in bicicletta contribuisce non solo a rendere più vivibili le nostre città, ma anche a favorire stili di vita corretti, contrastando la sedentarietà. Gli stili di vita sani hanno maggiori benefici nella vita adulta se vengono adottati sin dall’infanzia”.
Sempre legata al tema della salute è la rinnovata collaborazione con il progetto ViviSmart, che promuove fra i bambini della scuola primaria e le loro famiglie corrette abitudini alimentari e stili di vita sani, indispensabili nella prevenzione del sovrappeso infantile e del benessere.

fiab, bicicletta
L’iniziativa è aperta a tutti e gratuita © Fiab

Bimbimbici per città più sostenibili

Bimbimbici vuole sollecitare una riflessione sulla necessità di creare zone verdi e piste ciclabili che rendano più sicuri e vivibili i centri urbani, dando spazio alle persone e migliorando la qualità dell’aria che si respira. “I bambini che pedalavano nelle prime edizioni, agli inizi del duemila, sono gli adulti che oggi  promuovono Bimbimbici e questo è già un risultato” spiega Massimo Tocci, referente di Fiab. “Noi non vogliamo solo piste ciclabili ma spazi condivisi, chiediamo di poter andare a scuola o al lavoro in bici in sicurezza, desideriamo città più salutari e a misura di bambini.

Il problema della qualità dell’aria – in particolare davanti alle scuole dove sostano le auto – è serio. Serve per esempio più spazio per poter arrivare in sicurezza e lasciare parcheggiate la bici. E poi ricordiamoci che il movimento è salute e, per esperienza personale, posso dire che i bambini sono felici in bicicletta, non smetterebbero di pedalare quando sono in compagnia, per questo la mattina sono disposti ad allungare il percorso di alcuni chilometri per partecipare a bicibus o pedibus”. L’iniziativa è gratuita e l’elenco delle pedalate in programma nelle diverse città si trova sul sito dedicato.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati