Un clima sano per gente sana

I cambiamenti climatici possono influire sulla salute in diversi modi. Una panoramica sulle conseguenze che questi possono avere sulla popolazione in Colombia, un paese vulnerabile alla variabilità del clima.

Gli effetti dei cambiamenti climatici si fanno sentire giorno dopo giorno. Negli ultimi 50 anni, le attività umane hanno generato la quantità di particelle di biossido di carbonio necessarie per “intrappolare” il calore aggiuntivo nella bassa atmosfera (troposfera), causando un aumento delle temperature globali e incidendo drammaticamente sugli ecosistemi sensibili al clima. Secondo il programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (Undp), i cambiamenti climatici possono danneggiare e invertire lo sviluppo umano attraverso cinque meccanismi: il primo è la produzione agricola e la sicurezza alimentare, il secondo è lo stress derivato dalla mancanza o dall’accesso limitato all’acqua, il terzo è l’innalzamento del livello del mare e l’esposizione a catastrofi meteorologiche, il quarto è la trasformazione degli ecosistemi e della biodiversità e il quinto è l’impatto sulla salute umana.

Cambiamenti climatici e salute umana

In termini generali, prevedere gli impatti dei cambiamenti climatici sulla salute umana può essere contraddittorio, poiché questi dipendono da fattori quali il livello di esposizione, le condizioni socioeconomiche, politiche, de infrastruttura e la capacità adattativa. Secondo un rapporto del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (Ipcc), gli effetti sulla salute si rifletterebbero principalmente in ulteriori oneri di malattie diarroiche, malnutrizione e malattie cardiorespiratorie e infettive. Inoltre, vi sarebbe un aumento della morbilità e della mortalità a causa di alluvioni, ondate di calore e siccità, nonché cambiamenti nel comportamento delle cosiddette malattie vettoriali, frequenti nelle aree tropicali e nei luoghi con problemi di accesso all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari.

clima inondazioni oceani
I cambiamenti climatici aumenteranno la frequenza delle inondazioni e degli eventi meteorologici estremi © Scott Olson/Getty Images

La variabilità climatica può influire sulla salute in diversi modi: attraverso la proliferazione di microrganismi batterici che contaminano il cibo e l’acqua, lo stress climatico dovuto alle alte e basse temperature che portano a eventi meteorologici estremi e a loro volta minacciano la produzione alimentare, aumentando malattie e mortalità per infortunio o malnutrizione. Inoltre, i cambiamenti nell’ecologia dei vettori (persona, animale o microrganismo che trasmettono un patogeno a un altro organismo vivente) e gli spostamenti della popolazione a seguito di inondazioni, siccità, incendi e frane, influenzano la salute mentale, aumentano la povertà, malnutrizione e la trasmissione di malattie infettive.

In che modo i cambiamenti climatici influiscono sulla salute dei colombiani?

Secondo la terza comunicazione nazionale sui cambiamenti climatici in Colombia, il territorio nazionale presenterà un aumento della temperatura media annuale che potrebbe raggiungere i 2,14 gradi centigradi nel 2100, causando l’innalzamento del livello del mare, lo scioglimento accelerato di montagne e ghiacciai innevati e la riduzione del sistema di ormeggio. Inoltre, le precipitazioni diminuiranno tra il 10 e il 30 per cento per il periodo 2071-2100, interessando dipartimenti come Amazonas, Vaupés, Caquetá meridionale, San Andrés e Providencia, Bolívar, Magdalena, Sucre e Cesar settentrionale. Per lo stesso periodo, le precipitazioni dovrebbero aumentare nella stessa proporzione in dipartimenti come Nariño, Cauca, Huila, Tolima, Eje Cafetero, Antioquia occidentale, Cundinamarca settentrionale, Bogotá e Boyacá centrale. Va notato che la Colombia appartiene all’elenco dei paesi altamente vulnerabili ai cambiamenti climatici e che lo sfollamento e la povertà ne peggioreranno gli effetti.

Le patologie che sono maggiormente correlate ai cambiamenti climatici e sulle quali è stata generata la maggior parte delle informazioni in Colombia sono quelle trasmesse da vettori, come la malaria e la dengue. Nel paese, 130mila colombiani soffrono di malaria ogni anno e si stima che queste malattie, inclusa la chikungunya, raggiungeranno nuove aree geografiche e arriveranno a città come Medellin e Bucaramanga. Inondazioni e precipitazioni svolgono un ruolo fondamentale nella trasmissione di queste malattie, secondo Adriana Estrada Estrada, vicedirettrice della salute ambientale presso il ministero della Salute, afferma che “nel caso dei vettori, si genera una proliferazione di insetti che porta sia il parassita della malaria o del virus della dengue. È lì quando c’è un aumento significativo di questo tipo di patologia”.

La Colombia appartiene all'elenco dei paesi altamente vulnerabili ai cambiamenti climatici e che lo sfollamento e la povertà ne peggioreranno gli effetti © Getty Image
La Colombia appartiene all’elenco dei paesi altamente vulnerabili ai cambiamenti climatici e che lo sfollamento e la povertà ne peggioreranno gli effetti © Getty Image

D’altra parte, durante i periodi di caldo intenso c’è un aumento della circolazione di particelle tossiche nell’aria con conseguenti malattie respiratorie o cardiovascolari. Inoltre, il deterioramento della qualità dell’aria in città come Bogotá o l’area metropolitana della Valle de Aburrá, ad Antioquia, può generare o aggravare tali malattie.

Anche i disturbi gastrointestinali sono frequenti e colpiscono in misura maggiore la popolazione infantile, poiché sono correlati all’accesso all’acqua pulita e al sistema igienico-sanitario. Le malattie diarroiche, la salmonella, la febbre tifoide e la parassitosi sono tra le più comuni.

Un altro importante indicatore dell’impatto dei cambiamenti climatici è l’accesso a cibo sufficiente, sicuro e nutriente in ogni momento, noto come sicurezza alimentare. Nel caso colombiano, lunghi periodi di intensa siccità come quelli che hanno colpito La Guajira hanno portato alla malnutrizione, causando la morte di 300 bambini negli ultimi anni a causa della mancanza di acqua e della morte di migliaia di capre, un alimento base in la cultura degli indigeni Wayúu.

Politiche di sanità pubblica

Alla luce di questo scenario e in base alle caratteristiche della vulnerabilità, è essenziale adottare misure di adattamento adeguate a qualsiasi alterazione del clima. Per questo, lo Stato deve promuovere gli investimenti nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni che mettano in relazione i cambiamenti climatici e le politiche di sanità pubblica. Inoltre, proteggere la popolazione da malattie ricorrenti come quelle cardiovascolari e respiratorie attraverso la transizione dai combustibili fossili all’utilizzo efficiente di energia pulita e responsabile.

Allo stesso modo, la Colombia deve includere nella sua agenda di sviluppo la transizione verso le città che promuovono stili di vita sani per i suoi cittadini e per il Pianeta, perché vivere in città sostenibili riduce l’inquinamento atmosferico, l’emissione di gas tossici, i tassi di obesità, diabete, cancro e malattie cardiovascolari, mentali e respiratorie.

Gli impatti dei cambiamenti climatici sono vari, complessi e dipendono dalla natura di ciascuna malattia. Rappresentano sfide per i governi e per la società, soprattutto nei paesi più vulnerabili, come la Colombia, poiché saranno i più colpiti dal clima del futuro.

Articoli correlati