Coronavirus

Le attività per bambini più belle proposte sul web ai tempi del coronavirus

Fiabe al telefono, visite interattive, cacce al tesoro casalinghe e altre attività per bambini. Per far compagnia ai più piccoli, costretti a casa dall’emergenza coronavirus.

Scuole e asili chiusi, attività sportive interrotte e pomeriggi al parco vietati. Il nuovo scenario imposto dalle norme per vincere la guerra contro il coronavirus ha costretto le famiglie a stravolgere le proprie abitudini. E così, da un giorno all’altro, anche i bambini si sono trovati a trascorrere intere giornate lontani da amici, maestre, compagni di scuola e divertimenti all’aperto.

In loro soccorso (e in quello di genitori e insegnanti) sono state attivate numerose iniziative online che, come nel caso dei musei e delle attività per gli adulti, hanno messo a disposizione tanti spunti e passatempi artistici e originali per i più piccoli.

Avevamo già raccontato, per esempio, delle lezioni sul sofà, proposte da un gruppo di scrittori per intrattenere i ragazzini con racconti, video lezioni e laboratori. Un modo per scoprire nuovi autori e riscoprire grandi classici o per approcciare in modo nuovo arti e materie scolastiche.

E visto che anche le palestre sono chiuse, non dimentichiamo di dedicare un po’ di tempo anche all’esercizio fisico e al nostro benessere psicofisico. A questo proposito LifeGate ha inaugurato nei giorni scorsi le Smart yoga class per adulti e, a partire dal 18 marzo, proporrà anche lezioni di yoga dedicate specificatamente ai bambini. L’appuntamento sarà ogni mercoledì alle 16:30 in streaming su tutte le nostre piattaforme online (Facebook, Instagram e YouTube).

Leggi anche: Cosa fare a casa per chi ama arte, letteratura, cinema e non solo

Bambini alla finestra
Durante l’emergenza coronavirus, per aiutare bambini e genitori costretti a casa, il web propone tante iniziative culturali e originali per passare il tempo © Kelly Sikkema / Unsplash

La scuola trasloca. La didattica si fa online

Per supportare innanzitutto la scuola il Governo stesso ha attivato un sistema di didattica a distanza: un ambiente digitale in evoluzione pensato per dare un aiuto concreto a tutti gli insegnanti e gli istituti durante l’emergenza .

  • Per esempio nell’ambito del programma di Solidarietà digitale, l’iniziativa Scienza Express mette a disposizione attività ed esperimenti da svolgere a casa con bambini e ragazzi di diverse fasce d’età.
  • Per approfondire tematiche estremamente attuali di educazione alla salute e prevenzione anche Fondazione Umberto Veronesi ha messo a disposizione validi supporti e materiali di approfondimento per le scuole.

Favole e guide galattiche per spiegare il coronavirus ai bambini

Per aiutare gli adulti a spiegare ai bambini quello che sta accadendo in questo momento, molti hanno scatenato la fantasia.

Guida galattica al Coronavirus!
I musei dei bambini italiani hanno presentato la Guida galattica al coronavirus! Scaricabile gratuitamente dai loro siti © Muba

Attività per bambini. Visite virtuali, filastrocche e fiabe al telefono

Visitare un museo o una mostra di persona e insieme ai propri amici è un’esperienza unica. Così come lo è ascoltare una fiaba dalla viva voce di un attore. Dovendo rinunciare per un po’ a tutto questo, però, molti professionisti si sono ingegnati con proposte molto suggestive.

  • Tra i musei che si sono attivati c’è il Musme – Museo di storia della medicina di Padova che ha lanciato LiveMusme: un programma di vere e proprie visite guidate con personale esperto e con la possibilità di essere accompagnati persino dall’ologramma di Galileo Galilei.
  • Ascoltare una fiaba raccontata e interpretata da veri attori può essere bello anche attraverso uno schermo. Questo il regalo fatto a tutti i bambini dalla compagnia Il Teatro nel Cerchio che ogni giorno porta in scena sui suoi canali social delle favole, con lo slogan Una favola al giorno leva il virus di torno.
  • Grande successo ha subito riscosso il progetto Fiabe al telefono, curato dalle attrici Aurelia Cipollini e Marzia Quartini, che si sono messe a disposizione per raccontare a chiunque lo desideri “storie che ci uniscono e che ci fanno sentire un po’ più vicini e un po’ meno soli”. Per sentirle basta chiamare il numero 3491884928 dal martedì al giovedì dalle 17 alle 19.
  • Il poeta e scrittore Bruno Tognolini, invece, ha deciso di postare ogni giorno sulla sua pagina Facebook le sue Rime per grandi e piccoli chiusi in casa, con filastrocche sulla paura o su chi compie gli anni proprio in questi giorni solitari.
fiabe al telefono coronavirus
Con l’iniziativa Fiabe al telefono le attrici Aurelia Cipollini e Marzia Quartini si sono messe a disposizione per raccontare fiabe a chiunque lo desideri © L’arcolaio

L’arte di stare in casa, guardando un quadro o leggendo un libro

  • L’architetto e autrice di libri d’arte Emanuela Pulvirenti ha pubblicato sul suo blog il post L’arte di stare in casa, in cui ha raccolto numerosi dipinti che ritraggono soggetti impegnati in attività domestiche. Una lezione d’arte alternativa che diventa anche stimolo e incoraggiamento a mettere a frutto queste lunghe giornate all’insegna dell’invito collettivo #iorestoacasa.
  • Fedeli compagni della solitudine sono da sempre i libri. Che fare però se non ne abbiamo di nuovi da leggere ora che le librerie sono chiuse? Il sito www.raccontaunlibraio.com è giunto in nostro aiuto, pubblicando tutti i nomi e i contatti delle librerie (regione per regione) che offrono servizi di consegna a domicilio, per far fronte all’emergenza coronavirus.
  • La libreria dei ragazzi in questi giorni di isolamento ha deciso per stare vicina ai piccoli lettori abbiamo inaugurando Le letture in diretta dalla Libreria dei Ragazzi. Ogni mattina alle 10.30 sulla pagina Facebook vengono pubblicate due video letture, una per i piccoli e una per i grandi con hashtag #restiamoviciniconlestorie.
  • A Milano La Kasa dei Libri ha pubblicato sul suo sito kit per la caccia al tesoro e altre attività, come per esempio il bellissimo kit da scaricare, ispirato alla mostra Me ne faccio un baffo, su Salvador Dalí.
 CoronaVScomics coronavirus fumetto
CoronaVScomics è il primo salone del fumetto online e si terrà dal 25 al 28 marzo sui canali social di It Comics © It Comics

Coronacomics, il primo salone del fumetto online

Per i piccoli e grandi amanti dei fumetti l’etichetta It Comics ha lanciato l’iniziativa Corona(VS)Comics!, il primo salone del fumetto online, che permetterà a tutti di partecipare a dirette con editori e autori e visitare una “mostra” virtuale dedicata al virus raccontato dal fumetto dagli anni Trenta ad oggi. L’appuntamento sarà dal 25 al 28 marzo su Twitch e Facebook e per l’occasione il motto #iorestoacasa si coniugherà come #iorestoacasacolfumetto.

Sono davvero tanti i blog e le realtà e le associazioni che si sono adoperati in questi giorni per trasformare la propria arte o le proprie competenze in momenti di incontro. Tra questi anche Il club dei cercacose, che ha messo tante risorse a disposizione di tutti, raccogliendo a sua volta informazioni utili e segnalando altre attività disseminate per il web.

Tanti modi per aiutare i bambini a trascorrere queste lunghe giornate, scoprendo il lato buono della tecnologia e imparando ad apprezzarne le migliori potenzialità.

Articoli correlati