Coronavirus

Coronavirus. Rinviati gli europei di calcio e la Coppa America

A causa del coronavirus, gli europei di calcio e la Coppa America si terranno nel 2021. Per ora confermate Champions e Europa League. Mentre le Olimpiadi…

Gli europei di calcio non si terranno più nel 2020, come previsto, ma l’anno prossimo. Impossibile organizzarli mentre il mondo affronta l’emergenza legata alla diffusione del coronavirus. A spiegarlo è una nota del presidente della Uefa, l’Unione delle associazioni calcistiche europee, Alexandr Ceferin. «In un momento come questo – ha affermato il dirigente – la comunità sportiva aveva il dovere di mostrare unione, solidarietà e senso di responsabilità. La salute dei giocatori, degli staff e dei tifosi è la nostra priorità. Da parte di tutti c’è stato un autentico spirito di cooperazione”.

Il Mondiale per club rinviato a data da destinarsi

Per ora sono state confermate invece le principali competizioni europee per club. In particolare la Champions League e l’Europa League: l’obiettivo è tentare di concluderle entro la fine del mese di giugno. Ciò a patto che i campionati nazionali possano riprendere, qualora l’epidemia di coronavirus dovesse rientrare. In tal caso, la finale di quella che fu la Coppa dei campioni è prevista per il 27 giugno.

infantino fifa
Il presidente della Fifa Gianni Infantino © Elsa/Getty Images

Rinviato invece il Mondiale per club, organizzato dalla Fifa. Esso si sarebbe dovuto tenere in Cina, ma la federazione internazionale ha spiegato che “accogliendo le richieste delle confederazioni continentali, è stato deciso lo spostamento a fine 2021, o 2022, o 2023”. Ciò dipenderà da una serie di discussioni che saranno avviate con le autorità cinesi.

Anche dall’altra parte del mondo, il coronavirus sta modificando profondamente le agende degli sportivi. La Conmebol, la Confederazione calcistica sudamericana, ha deciso di rinviare al prossimo anno l’edizione della Coppa America che si sarebbe dovuta svolgere dal 12 giugno all’11 giugno in Argentina e Colombia.

I Giochi olimpici di Tokyo confermati (per ora) nonostante il coronavirus

Non è stata invece presa una decisione sulla questione, spinosa, dei Giochi olimpici. Il Cio, Comitato olimpico internazionale, non ha ancora preso ufficialmente una decisione. All’interno dell’organismo sportivo pare si stia delineando un braccio di ferro tra chi vorrebbe confermare l’evento – previsto a Tokyo dal 24 luglio al 9 agosto – e chi invece preferirebbe rinviarlo per il rischio di contagi.

Se infatti, da un lato, lo stesso Cio ha invitato gli atleti a continuare la preparazione in vista dei Giochi, dall’altro l’ex campionessa di hockey du ghiaccio, la canadese Hayley Wickenheiser, membro del Comitato olimpico, ha parlato di “insensibilità e irresponsabilità” di fronte al rifiuto di rinviare l’evento sportivo.

Articoli correlati