Covid-19

Coronavirus, nuova variante nel Regno Unito. L’Italia sospende i voli

Stop ai voli anche da altre nazioni europee. I Paesi Bassi: “Occorre una strategia comune per evitare di importare la nuova variante del coronavirus”.

Il governo del Regno Unito ha annunciato sabato 19 dicembre un nuovo lockdown a Londra, nell’Inghilterra sud-orientale e in una parte di quella orientale. Complessivamente, più di 16 milioni di persone dovranno restare a casa e rinunciare al pranzo di Natale. L’Organizzazione mondiale della sanità, infatti, ha lanciato un appello a “rafforzare i controlli” sulla nuova variante del coronavirus che in questo momento circola proprio sul territorio britannico (ma che è già stata trovata anche in Danimarca, Paesi Bassi e Australia).

Stop ai voli anche da Paesi Bassi, Belgio, Francia e Germania

La reazione non si è fatta attendere da parte degli esecutivi di altre nazioni. Dapprima i Paesi Bassi hanno sospeso, nella mattinata di domenica 20 dicembre, tutti i voli passeggeri provenienti dal Regno Unito, fino al prossimo 1 gennaio. Il primo ministro olandese, Mark Rutte, ha lanciato inoltre un appello ai proprio cittadini affinché limitino i viaggi ai casi di necessità assoluta. In un comunicato ha annunciato quindi che “nei prossimi giorni, assieme ad altri paesi dell’Unione europea, valuteremo cosa fare per limitare ulteriormente il rischio di importare la nuova variante del coronavirus”.

Il primo ministro inglese Boris Johnson
Il primo ministro inglese Boris Johnson © Jamie Lorriman/Getty Images

Poco dopo, anche l’Italia e il Belgio hanno deciso di adottare una misura analoga. “Abbiamo il dovere di proteggere la popolazione”, ha dichiarato su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Assieme al ministro della Salute Roberto Speranza hanno sospeso allo stesso modo i collegamenti aerei con la Gran Bretagna.

Belgio, Francia e Germania (quest’ultima a partire dalla mezzanotte, secondo fonti governative), infine, hanno adottato decisioni analoghe.

Articoli correlati