Casa ecologica

Perché la domotica migliora la vita in casa. E rispetta l’ambiente

Con la domotica la casa diventa intelligente, per offrirci più comodità e meno consumi. Con i nostri oggetti che “parlano” fra di loro: serrature che aprono porte al tocco di un dito, elettrodomestici che sanno cosa fare nell’arco della giornata, termostati allineati ai nostri ritmi lavorativi. Tutto sorvegliato, gestito e comandato dal telefono.

A partire dalla diffusione delle nuove tecnologie e telecomunicazioni, come la rete internet e le interfacce digitali, gli esperti si sono sempre più indirizzati verso lo sviluppo di una nuova scienza, la domotica, il cui nome deriva proprio dalle parole “domus” (casa in latino) e “robotica”.

Si tratta di un settore che studia le tecnologie applicate all’ambiente domestico con l’intento di prestare attenzione alle questioni ambientali, in termini di risparmio energetico, e di migliorare la qualità di vita delle persone, rendendola più confortevole.

domotica casa
Le case di nuova costruzione saranno sempre più tecnologiche © www.videosoundweb.com

Quali sono le innovazioni introdotte dalla domotica

Nei tradizionali impianti, la gestione delle funzioni domestiche avviene attraverso dei dispositivi fisici come l’interruttore per le luci o il termostato per il riscaldamento. Con l’arrivo della domotica, e quindi degli impianti intelligenti, tutte queste funzioni si possono gestire attraverso un sistema remoto collegato direttamente al proprio smartphone, tablet, pc. Ciò rende possibile monitorare in qualsiasi momento la situazione in casa, anche da chilometri di distanza.

Quella del futuro sarà una casa 2.0 perché implicherà un alto livello di interazione tra gli utenti e ciò che sta all’interno delle mura domestiche, garantendo controllo, sicurezza e risparmio energetico. E, proprio su quest’ultimo, la domotica ha costruito uno dei suoi punti di forza.

domotica innovazione
La domotica presenta prestazioni maggiori rispetto agli impianti tradizionali ©ingimage.com

Gli impianti elettrici intelligenti mirano a un maggiore efficientamento energetico. In che modo? Autoregolando l’avvio degli elettrodomestici per impedire di superare il limite massimo supportato dal contatore; registrando e comunicando eventuali anomalie nel sistema; avvisando della presenza di apparecchiature in funzione quando si è fuori casa.

Amica dell’ambiente, ma soprattutto delle persone

Semplificando la gestione degli impianti e delle apparecchiature domestiche, vengono ridotti sia gli sprechi energetici che gravano sull’equilibrio ambientale, sia i costi in bolletta. La casa intelligente consente di risparmiare energia. Si compone di sistemi studiati per evitare qualsiasi tipo di spreco domestico, per gestire il proprio tempo al meglio e impattare il meno possibile. La domotica, oggi, non è costosa come ai suoi albori: non richiede impianti onerosi, cavi e tempi lunghi. È collegata wi-fi, completamente connessa con reti dedicate. Con la gestione controllabile anche da remoto è possibile usare il forno, la lavatrice, il piano a induzione nelle ore in cui l’energia elettrica è meno cara, addirittura ricaricare la propria automobile elettrica, nel caso se ne possegga una.

domotica risparmio
L’impiego di sistemi tecnologici in casa permette di risparmiare sui consumi. ©ingimage.com

Gli italiani e la domotica

L’Istituto Doxa Advice ha svolto una ricerca qualitativa su uomini e donne di livello socio-economico e culturale medio-alto e alto, all’interno dello Spazio Chorus di Gewiss alla Fiera di Milano. Da quanto è emerso, gli italiani mantengono con la propria casa una relazione molto forte, che verrebbe accentuata ancora di più dalla domotica, che permette di rimanere sempre in contatto anche quando non si è presenti. La domotica sembrerebbe, dunque, un settore ben accolto nel Belpaese dove, tra l’altro, lo smartphone è molto protagonista nella vita degli italiani.

Immagine di copertina ©www.admmilano.com
Articoli correlati
Il mondo è a corto di sabbia

La sabbia è una risorsa rinnovabile, ma noi non le diamo il tempo. Di questo passo, esauriremo le riserve di sabbia per colpa della nostra fame di cemento.