Ecco perché la torre Eiffel si spegne

La torre Eiffel al buio per cinque minuti in occasione della campagna organizzata in collaborazione con il sindaco di Parigi per sottolineare l’impatto dei consumi energetici sul riscaldamento del pianeta.

I 336 proiettori che illuminano la torre Eiffel si spengono
dalle 19,55 alle 20 del giorno 1 febbraio, secondo quanto ha detto
un portavoce della Sete, la compagnia che si occupa della torre
Eiffel. Per l’illuminazione
della torre
viene impiegato il 9% dei 7000 megawatt
che l’intera struttura consuma all’ora per funzionare.

Un
rapporto dell’ONU – IPCC
(Intergovernmental Panel on
Climate Change) sulle modifiche del clima viene diffuso
ufficialmente venerdì a Parigi. La ricerca dovrebbe
illustrare il collegamento tra un notevole aumento delle
temperature – mettendo in guardia dal pericolo di alluvioni,
siccità ma anche dell’innalzamento dei livelli dei mari e di
altre
catastrofi naturali
– e la presenza di
gas serra
.

La manifestazione che porta a spegnere le luci sulla Torre
Eiffel fa parte di una campagna organizzata in collaborazione con
il sindaco di Parigi per sottolineare l’impatto
dei consumi energetici
sul riscaldamento del
pianeta.

  • 12 grandi gruppi industriali hanno appena aderito al Programma
    Climate Saver, lanciato proprio il giorno prima del rapporto ONU
    dal WWF a Parigi
  • Legambiente aderisce all’iniziativa chiamandola “Cinque minuti
    di tregua per il pianeta”
  • …Mentre Bush va alla sbarra: “Ci sono state forti pressioni
    dell’Amministrazione, perché i termini ‘riscaldamento
    globale’ e ‘cambiamento climatico’ fossero cancellati dalle
    ricerche delle agenzie federali: è successo almeno 50 volte
    su 100″, hanno accusato, indignati, i climatologi della “Union of
    concerned scientists” durante l’audizione davanti al Congresso di
    Washington.

I dati dell’ultimo
rapporto dell’IPCC
non lasciano spazio a
interpretazioni: sono ormai in atto
alterazioni del sistema climatico
dovute alle
emissioni di
gas serra
(la concentrazione di CO2 – il più
importante dei gas serra – nell’atmosfera è la più
elevata mai registrata negli ultimi 800.000 anni), con proiezioni
di possibili “futuri climatici” globali che non possono più
essere considerati ipotesi accademiche: la temperatura terrestre
sta aumentando.

 

Articoli correlati