Giornata Fai d’autunno, le meraviglie di 150 città aperte a tutti

Domenica 16 ottobre in 150 città italiane torna la giornata FAI d’autunno: 600 aperture straordinarie per riscoprire il nostro patrimonio d’arte e cultura.

Torna domenica 16 ottobre la Giornata Fai d’autunno, la quinta edizione della manifestazione del Fondo ambiente italiano che apre in tutta Italia luoghi solitamente inaccessibili ma meravigliosi del nostro paese. Una giornata che celebra la bellezza e l’unicità di un territorio, spesso fragile, che va protetto.

Giornata Fai d’autunno, cosa vedere

Da nord a sud del paese, in ogni regione d’Italia, decine di occasioni per trascorrere una domenica diversa alla scoperta di luoghi belli e poco noti. Veri e propri itinerari tematici, 150 città coinvolte, 600 aperture straordinarie e 3.500 volontari che con passione e competenza accompagneranno i cittadini tra arte e cultura.

Palazzi, chiese, teatri, cortili, monumenti di archeologia industriale saranno i protagonisti di questa domenica che il Fai organizza ormai da 5 anni con successo grazie all’apporto delle sue delegazioni e dei gruppi giovani.

Luoghi che possono continuare a essere aperti per tutti anche grazie alla Fai marathon: l’evento di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia” che prevede l’accesso a tutte le aperture solo a fronte di un contributo richiesto dai volontari. Una piccola quota che permette giorno dopo giorno di continuare a svolgere la missione FAI di tutela e valorizzazione del patrimonio d’arte e natura.

I luoghi imperdibili in tutta Italia

Tante le chicche, le eccezionalità che si apriranno allo sguardo curioso dei visitatori, eccone alcune:

  • San Sepolcro, Toscana, qui sarà possibile percorrere un mini itinerario dedicato a Piero della Francesca chiamato “Prospettive in trasparenza” che tocca prima la casa dell’artista, per poi soffermarsi al Museo civico della città dove verrà illustrata la “Resurrezione”, in questo momento in restauro. Si tratta di un’esclusiva per gli iscritti FAI, per accedere occorre prenotarsi al numero 392 4066844.
  • Milano, Lombardia, un itinerario porterà i cittadini alla scoperta del quartiere Fiera e della trasformazione che lo ha contraddistinto negli anni, le tappe previste sono: Piazza tre torri, Igino Valle e Giulio Cesare, il Parco del Portello, il padiglione tre della fiera, il velodromo Vigorelli, villa Romeo Faccanoni e la chiesa di Sant’Ildefonso.
  • Roma, Lazio, un breve viaggio nella capitale e nei suoi luoghi di “energia”, si visiteranno: il gasometro, la centrale Montemartini poi l’area archeologica del nuovo mercato di Testaccio e l’emporium porto fluviale.
  • Nuoro, Sardegna, 3 luoghi legati al sacro ma anche storici e culturali in una città ancora poco conosciuta: la cattedrale di Santa Maria della neve, il Vescovado e il suo archivio storico diocesano e il seminario vescovile.

Regione per regione, città per città, è possibile trovare sul sito ufficiale i luoghi dove il Fai ha organizzato le visite guidate per domenica 16 ottobre. Dall’apertura più a nord, la chiesa dei Teutonici a Bolzano, a quella più a sud, la torre dell’Aquila sull’Isola di Ortigia a Siracusa, una varietà di offerta che soddisfa ogni voglia di esplorare e conoscere la propria o altre città italiane.

Articoli correlati