Cromoterapia significato dei colori per l’armonia e il benessere

I colori sono manifestazioni di energia e utilizzati sapientemente con la cromoterapia possono aiutare a recuperare l’armonia psichica ed emotiva e a influenzare la salute.

Che rapporto esiste tra colori e salute? E che senso hanno espressioni come essere “rossi dalla rabbia” o “verdi per l’invidia” fossilizzatesi nel linguaggio comune? La cromoterapia indaga queste connessioni con lo scopo di ristabilire un equilibrio tra mente e corpo e influenzare positivamente lo stato della nostra salute. 

La cromoterapia è un metodo terapeutico di medicina alternativa non verificato che usa il significato dei colori per curare diversi disturbi. Ha una lunga tradizione in quanto il significato dei colori è stato indagato ed utilizzato fin dall’antichità e spesso si sovrappone con altre discipline antiche di medicina alternativa, come la fototerapia, la cromopuntura e l’ayurveda.

Cromoterapia significato dei colori: il campo elettromagnetico

La luce “bianca” in realtà è formata da un insieme di colori, fatto che diventa intuitivo quando si pensa al fenomeno dell’arcobaleno. In questo caso la luce dell’atmosfera viene frazionata nei suoi diversi componenti, i colori fondamentali dell’iride. A partire da questo esempio possiamo capire come anche gli esseri viventi, animali, piante e pietre siano circondati da un arcobaleno che cambia continuamente: una sinfonia di colori che viene chiamata campo elettromagnetico o aura.

Cromoterapia il significato dei Colori in una tela colorato con pittura acrilica.
La cromoterapia il significato dei colori: che rapporto può esistere tra colori e salute? © Freepik

L’azione terapeutica parte da un preciso concetto della fisica in base al quale il colore non è altro che una vibrazione di una particolare lunghezza d’onda. Poiché tutta la materia è costituita da una vibrazione di atomi, è legittimo pensare che quelle dei colori possano influenzare in modo positivo o negativo quelle organiche.

Il colore, dunque, è energia che viene assorbita dal nostro organismo non solo a livello visivo, ma anche fisico, chimico, psichico. Per guarire il malato si dovrà quindi ricorrere a colori specifici, adatti a ripristinare le lunghezze d’onda di parte o di tutto l’organismo.

Colori specifici per specifici disturbi

La cromoterapia viene soprattutto utilizzata come metodo di guarigione per disturbi psichici quali depressione, nevrosiansia. I colori maggiormente sfruttati sono in questo caso il gialloverde e blu. Grandi benefici in questi ambiti sono stati riscontrati dalla cromoterapia pediatrica per curare iperattività, mal di testa, insonnia e disordini emotivi.

  • Il rosso è il colore per eccellenza portatore di energia: incrementa i battiti del cuore, la frequenza respiratoria e la pressione arteriosa, migliorando la circolazione del sangue e stimolando il sistema nervoso e ghiandolare, fegato e nervi sensitivi.
  • Il giallo può essere utile a chi pratica sport: aumenta tono neuro-muscolare, la prontezza di riflessi, migliora la digestione, svolge un’attività purificatoria sull’intestino e permette di ridurre il gonfiore addominale.
  • Le funzioni di tiroide e milza possono essere regolarizzate, invece, dall’arancione, che è l’associazione tra il giallo e il rosso.
  • Il verde è un colore neutro quindi le sue proprietà sono molteplici, soprattutto di riequilibro generale delle funzioni del corpo.
  • Il blu, colore freddo per eccellenza, stimola il sistema parasimpatico e ha una funzione opposta al colore rosso: riduce pressione arteriosa, ritmo del cuore e della respirazione. È quindi estremamente indicato per ridurre l’agitazione.

Se in passato per l’applicazione della cromoterapia si ricorreva a bagni di acqua colorata o pezze di tessuto, oggi la cromoterapia utilizza “bagni di luce filtrata”, generale o localizzata. Delle vere e proprie docce di colore che possono applicare diversi programmi come quello tonificante (con colori caldi); quello rilassante, invece, che utilizza luce dal blu fino al colore neutro, il verde; e il programma energizzante che sfrutta giallo e rosso, ma anche bianco e verde.

 

Articoli correlati