Crisocione: tutto sul canide selvatico sudamericano

Il crisocione (Chrysocyon brachyurus) è un canide tipico del sudamerica; le sue lunghe zampe a la sua folta coda lo fa sembrare ad una “volpe coi trampoli”.

Cos’è il crisocione (Chrysocyon brachyurus)

Il crisocione è un canide che abita la Bolivia, il Paraguay e l’Argentina, e che è scomparso da meno di dieci anni dall’Uruguay.  È alto circa 85 cm e da adulto pesa tra i 20 e i 25 kg. Ha il pelo rossiccio, le orecchie grandi e dritte e le zampe magre, sproporzionatamente lunghe, probabilmente perché in epoche più lontane gli servivano per attraversare le grandi paludi sud americane. Oggi gli sono utili per avere una visuale al di sopra della boscaglia.

Un crisocione adulto. © Spencer Wright
Un crisocione adulto. © Spencer Wright

È un animale prevalentemente notturno e onnivoro. Oltre ai vegetali e alla frutta si nutre di piccoli mammiferi, uccelli, rettili e insetti. Conduce una vita solitaria tranne nel periodo riproduttivo. Nonostante il folto pelo, molto morbido, non viene cacciato per la sua pelliccia, ma per l’ingiustificata credenza che attacchi il bestiame.

Un cucciole di crisocione. ©Christopher Furlong
Un cucciolo di crisocione. ©Christopher Furlong

Il crisocione risulta essere tra le specie a basso rischio di estinzione, anche se si ritiene che in natura esistano al massimo 3600 individui.

Articoli correlati