Led Zeppelin, 41 anni fa usciva “Houses Of The Holy”

Nuovo disco per i Led Zeppelin il 28 marzo 1973 dal titolo “Houses Of The Holy”. Non il solito album a cui il gruppo ci aveva abituato fino a quel momento.

È il 28 marzo 1973 quando i Led Zeppelin pubblicano Houses Of The Holy. Si tratta del quinto lavoro in studio per la band. Il rock-blues non è più lo stesso da quando ci sono loro, ma in questo disco le strade musicali intraprese dai quattro sono un po’ diverse e più ricercate, come testimoniano ad esempio alcune suggestioni prog tipiche di quel periodo. “Houses Of The Holy” è anche l’ultimo disco del gruppo uscito su Atlantic, dal momento che poi i Led Zeppelin fonderanno una propria etichetta, la Swan Song Records.

 

 

La celebre copertina dell’album di ‘The Song Remains The Same’, ‘The Rain Song’, ‘No Quarter’ ecc. è stata realizzata da Aubrey Powell, socio del celebre studio di progettazione di Londra Hipgnosis (lo stesso di Storm Thorgerson), ed è ispirata al romanzo di fantascienza “Le guide del tramonto” di Arthur C. Clarke (titolo originale “Childhood’s End”), secondo quanto dichiarato da lui stesso in un’intervista rilasciata nel 2003 al magazine inglese Q.

 

Il prossimo 3 giugno saranno disponibili i primi tre dischi dei Led Zeppelin in versione cd, vinile, digitale e Limited Edition Super Deluxe. Rimasterizzati dal chitarrista Jimmy Page, i dischi sono accompagnati da un secondo lavoro contenente musica inedita specificamente riferita a quell’album. Tutto ciò costituisce anche l’inizio di un programma di riedizione di tutti i nove dischi in studio della band, rispettando l’ordine cronologico delle uscite originali. E chissà quali sorprese ci riserverà la riedizione di “Houses Of The Holy” (di cui ovviamente ancora non si sa nulla)…

 

Leonardo Follieri

Articoli correlati