Expo 2015

L’Italia in 30 secondi, i cortometraggi di Expo 2015

Nella programmazione degli eventi di Expo2015 non ci sono solo cibo e architettura. Il grande schermo arriva con una rassegna dei cortometraggi per scoprire la nostra storia.

L’obiettivo principale di Expo 2015 è quello di sensibilizzare i paesi ricchi a una gestione e distribuzione più consapevole del cibo. Sul tema dell’esposizione, “Nutrire il pianete, energia per la vita”, nei padiglioni vengono raccontate le tradizioni agricole e gastronomiche dei paesi partecipanti, mentre in quasi mille cortometraggi tutte queste testimonianze vengono racchiuse in pochi minuti.

 

Il pianeta che ci ospita, il cortometraggio realizzato da Ermanno Olmi, viene proiettato ogni giorno alle 20 nello spazio Slow Food Theater. In 11 minuti il regista bergamasco ripercorre l’Italia attraverso una serie di raffronti con la contemporaneità. Le sequenze semplici ma comunicative raccolgono tutte le “voci” che omaggiano il lavoro degli uomini e le espressioni naturali e artificiali del nostro paese.

 

padiglione-zero©  io_fab/Flickr

 

Short Food Movie, presentato all’interno del Padiglione Zero, è un progetto curato dalla Fondazione cinema per Roma e dal Centro sperimentale di cinematografia. All’interno del padiglione verranno proiettati contemporaneamente più di 800 cortometraggi realizzati in 61 paesi del mondo. “Nutrizione-Vita” è il tema chiave per tutti i film in programmazione, i quali avranno una lunghezza compresa tra i 30 e i 60 secondi.

 

martone-padiglione-zero© io_fab/Flickr

 

Sempre all’interno del Padiglione Zero, sul più grande videowall mai realizzato (21 metri per 50), viene proiettato il suggestivo filmato realizzato dal napoletano Mario Martone: Pastorale cilentana. Qui, il regista ha rappresentato la storia dell’umanità in una serie di racconti che sottolineano il rapporto tra l’uomo e l’agricoltura, soffermandosi poi sull’evoluzione di questo “dialogo”.

Articoli correlati