L’ultimo volo dei bombi, i cambiamenti climatici li stanno decimando

Secondo una ricerca il riscaldamento globale sta rendendo inadatte alla vita dei bombi le regioni più meridionali del loro abituale areale.

Molte specie animali si stanno adattando ai cambiamenti climatici spostandosi verso nord per contrastare l’aumento delle temperature e modificando i propri areali tradizionali di conseguenza. Non tutti però hanno intrapreso questo forzato spostamento verso climi più favorevoli, è il caso dei bombi (Bombus).

 

il bombo è uno straordinario impollinatore

 

Secondo lo studio “Climate change impacts on bumblebees converge across continents”, pubblicato su Science, questi preziosi insetti impollinatori non  si stanno spostando verso nord, con una perdita di territorio che ha portato alla decimazione di un terzo delle specie esistenti.

 

Il preoccupante fenomeno riguarda sia l’Europa che il Nord America, lo studio ha esaminato 423mila osservazioni su 67 specie di bombi realizzate in entrambi i continenti in oltre 110 anni, ed è strettamente legato all’aumento delle temperature in corso da oltre un secolo.

 

Proprio come le api e gli altri animali impollinatori, i bombi hanno un ruolo fondamentale nell’ecosistema, aiutano infatti i fiori a espandere il proprio areale e a riprodursi.

 

bombo che si nutre

 

 

“Gli impollinatori sono essenziali per la sicurezza alimentare e per la nostra economia e quest’ultime saranno danneggiate dalla perdita generalizzata di questi animali a causa dei cambiamenti climatici – ha dichiarato Jeremy Kerr, il principale autore dello studio, ricercatore del Dipartimento di biologia dell’università di Ottawa. – Dobbiamo trovare il modo di migliorare il futuro degli impollinatori a livello continentale, ma, prima di tutto, dobbiamo cominciare a prendere delle misure severe per rallentare il cambiamento climatico”.

 

I bombi sono dunque essenziali per l’agricoltura, aiutano a impollinare numerose colture come pomodori, mirtilli, ciliegie e trifoglio. I bombi si sono evoluti con un clima fresco e sono relativamente intolleranti al calore, temperature estreme potrebbero ucciderli definitivamente, mentre le ondate di calore prolungato possono limitare le fonti di cibo da cui dipendono.

 

I ricercatori non hanno ancora capito perché i bombi non si spostino verso nord per mettersi in salvo. Nell’attesa di chiarire il mistero è stata suggerita una “migrazione assistita”, che prevede appunto lo spostamento di alcune popolazioni di bombi verso nord, questo però potrebbe avere impatti negativi su altri insetti impollinatori.

 

bombo su un fiore

 

L’unica azione che avrà benefici certi sul destino dei bombi, e di conseguenza sul nostro, è di contrastare in maniera efficace i cambiamenti climatici.

Articoli correlati