Oroscopo finanziario di novembre

Dal 7 novembre Giove in cancro inizia il suo moto retrogrado. La posizione di Giove in novembre assorbe l’orbita positiva di Mercurio insieme a Saturno.

Il segno che occupa Giove è il cancro, segno che porta
a compiere scelte riguardanti la politica della famiglia e
dell’abitazione, ma anche il rapporto tra nazioni. Il cancro
è il segno che più di altri si esprime, in senso
individuale, nella direzione della famiglia intesa come nucleo e
punto di sicurezza, e in senso collettivo, nel rapporto con la
nazione come appartenenza ad un territorio. Chi per esempio ha
forti valori cancro, che può anche significare avere diversi
pianeti in quarta casa che è quella che appartiene al
cancro, può avere in sé sentimenti nazionalisti o
territorialisti, la sua natura non sarà certamente portata
ad ospitare o accogliere persone di altre nazioni.

 

Mercurio è retrogrado dal 22 ottobre, e l’11 di
novembre riprende il suo moto diretto, il pianeta della
comunicazione e dell’analisi mentale, sarà in congiunzione
nell’ultima settimana di novembre con Saturno pianeta della
concretezza e razionalità nel segno dello scorpione.

 

La posizione di Giove in novembre assorbe l’orbita positiva di
Mercurio insieme a Saturno. E’ possibile che in questo marasma si
troverà la linea di condotta più idonea; risoluzioni
precedentemente impensabili prenderanno invece forma e risolveranno
parte dei problemi in modo adeguato.

 

La ripresa del moto diretto di Nettuno in pesci il giorno 13
novembre fino a 9 giugno 2014, riporta una buona prospettiva ed
inquadramento di quello che sono le direzioni principali di vita,
per raccogliere i suoi frutti occorre però tempo.

 

L’attuale orbita astrale di maggiore rilievo, la quadratura
tra Urano e Plutone molte volte descritta in questa rubrica, si
posiziona in modo negativo con Marte del grafico astrale della
Repubblica Italiana: le leggi e loro revisione, la politica
finanziaria e quella delle banche, continuano ad essere terreno di
scontro, ed anche da questa orbita possiamo aspettarci lentezza ed
eventi improvvisi che ritardano i tempi di ripresa.

 

A cura di Gabriella Monzi

Articoli correlati