Qi, energia universale

Nella concezione cinese del cosmo, il Qi (Ch’i) è il fondamento dell’esistenza, da cui ha origine la materia, con tutte le sue leggi.

Il Qi, la cui “essenza” è energia, esiste in ogni cosa come collegamento tra materia e spirito: questa funzione di connessione ed equilibrio causa potenti influenze energetiche le quali, se perturbate, possono avere influenze negative; su tali influenze si può agire sia in termini distruttivi, sia con pratiche di riequilibrio.

Tra terra e cielo

A questo concetto è strettamente connessa l’idea, tipicamente cinese, del ruolo dell’uomo, che ha il compito di inserirsi come forza regolatrice tra la natura (terra) e il divino (cielo). Come nell’agopuntura, che interviene sui meridiani corporei dove fluisce il Qi, così, per analogia, anche sul corpo della terra scorrono correnti e punti di energia attivi in ogni ambiente che prende forma sul territorio.

qi
Sul corpo della terra scorrono correnti e punti di energia attivi © John Moore/Getty Images

Queste correnti, chiamate “draghi”, corrispondono a particolari caratteristiche morfologiche naturali, possono essere della più svariata natura e influiscono sul rapporto tra l’ambiente e gli edifici o l’agricoltura: vi sono pertanto draghi “favorevoli”, “aggressivi”, “dormienti”, “malati” e così via. Le catene montuose tra la Cina e il Tibet, per esempio, sono sempre state considerate “draghi pericolosi” che, provenendo dal Tibet, dovevano essere controllate.

Qi e feng shui

In tale senso, anche la Grande Muraglia è una tipica opera di feng shui, volta a respingere possibili invasioni e a proteggersi dalle energie provenienti dal Nord, direzione di difficile controllo. La profonda influenza di queste convinzioni nella cultura cinese è testimoniata anche dalla tradizione locale di vendere agli occidentali i terreni “contaminati” da feng shui non positivo, e quindi non propizi agli insediamenti umani. L’ambiente deve perciò essere sempre attentamente analizzato affinché i nuovi insediamenti non causino squilibri che si ritorcerebbero contro i loro abitanti.

A sua volta l’architettura, nel senso di edificio, cioè volume nello spazio, esprime un proprio Qi autonomo (legato alla sua forma), sfavorevole o propizio al luogo e ai residenti.

di Mauro Bertamè

Siamo anche su WhatsApp. Segui il canale ufficiale LifeGate per restare aggiornata, aggiornato sulle ultime notizie e sulle nostre attività.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
Coltivare la barba di Giove: segreti per un giardino rigoglioso

La barba di Giove, o Centranthus ruber, incanta per le sue fioriture prolungate e la resistenza alla siccità, rendendola una gemma nei giardini. Questa perenne illumina gli spazi dal tardo spring all’autunno con fiori che variano dal rosso vivace al bianco e rosa, attrattiva per farfalle e api. Non solo bella, ma anche ricca di

9 Consigli pratici per il cambio armadio in vista dell’inverno

Con l’arrivo dell’inverno, il cambio di stagione costituisce un’attività di riordino fondamentale, una tappa obbligata per dare un nuovo volto al tuo guardaroba in vista dell’arrivo di condizioni climatiche più rigide. E’ arrivato quindi il momento di preparare il guardaroba in modo strategico per affrontare le sfide climatiche e per trovarti a tuo agio nella

Casa di Langa è una struttura immersa nella natura, tra i noccioleti e i vigneti delle colline di Cerretto Langhe, nell’Alta Langa in Piemonte. Si tratta di una realtà caratterizzata dalla forte volontà di inserirsi nel contesto naturale senza interferire con l’ambiente circostante: dalle architetture agli spazi coltivati, tutto è progettato per essere in totale

sponsorizzato da Ford