Renault Twizy, libellula elettrica

Renault Twizy, disponibile da autunno 2011.

Renault Twizy : questa futuribile citycar è il tassello più originale
della nuova gamma a zero emissioni di Renault. Che, come ha
ricordato ai microfoni di LifeGate Radio Jacques Bousquet, numero
uno di Renault Italia “va sulla strada di una mobilità
sostenibile per tutti, rendendo l’auto elettrica disponibile e
accessibile alla più ampia clientela possibile”.ù

Pare che la nuova vetturetta d’Oltralpe richiami l’ecologia
già a partire dall’aspetto, con quelle sue portiere che si
aprono a libellula. E sfida la Smart con le caratteristiche di uno
scooter (agilità, due posti di fila, ripresa e facilità
di parcheggio) abbinate a quelle di un’automobile (sicurezza e
protezione dalle intemperie).

100% elettrica, design avveniristico, andrà incontro sia ai
giovani sensibili alla mobilità sostenibile (per la versione
Twizy 45, infatti, non servirà avere la patente) sia agli
adulti con il piglio avant-green (per loro Twizy 75, che necessita
di patente e raggiunge i 75 km/h). L’autonomia si aggirerà sui
100 km.

Il modello definitivo, commercializzato a partire dalla metà
di quest’anno, sarà probabilmente dotato di un sistema
satellitare e di tutti i più avanzati dispositivi per la
connettività e i player mp3.

Luci. Sembra un’auto manifesto, per chi non vuole
passare inosservato e intende ricordare a tutti la differenza tra
un veicolo normale e uno ecologico. Esibisce un set di fari dal
disegno originale e a led, una grande vetrata frontale e una forma
che richiama nella sua interezza il logo romboidale Renault.

Ombre.
Secondo le indiscrezioni rilasciate da Eric
Diemert, direttore della “Gamme Design Renault Sport Technologies”,
durante l’ultimo Salone di Parigi, il prezzo potrebbe avvicinarsi
agli 8000 euro, più l’affitto delle batterie (80 euro al
mese). Prezzo non alto, ma neanche basso rispetto agli scooteroni e
alle utilitarie low-cost.

Articoli correlati