La gabbia del criceto

Come organizzare ottimamente lo spazio per il nostro piccolo amico, il criceto, in modo tale che la sua gabbia sia la sua dolce casa?

I criceti selvatici vivono in rifugi scavati tra i 90 e i 100 cm
sotto terra; maschi e femmine scavano gallerie, predisponendo molte
entrate alla galleria.
Ognuno ha il suo metodo speciale per costruirsi la galleria: quello
che gli piace di più.
Il criceto maschio si costruirà più stanze magazzino
per custodire il cibo, mentre il criceto femmina farà delle
aree “salotto” più confortevoli, per poter far nascere e
badare meglio ai piccoli.
Sono tra i pochi animali ad avere una sala da bagno, un vano della
galleria completamente separato dal resto.

Data questa premessa, si dovranno usare alcuni accorgimenti per
dare al criceto un ambiente ottimale, il più simile
possibile all’ambiente selvatico.

Nella gabbietta è necessario innanzitutto predisporre un
angolo dedicato alla raccolta del cibo: i criceti fanno grosse
scorte, soprattutto in autunno, per superare l’inverno (un criceto
riesce ad accumulare oltre i 15 kg di cibo!). Anche se nelle nostre
case non c’è ovviamente la necessità, essendo il cibo
presente tutto l’anno, è comunque un istinto naturale.
Evitate allora di togliere le piccole riserve di cibo, anche se
converrà farlo solo nel caso di problemi igienici
all’interno della casetta.
Occorrono, poi, anche uno spazio per dormire e un altro per i
“bisognini”.
La gabbia va fornita di fili d’erba che il criceto
utilizzerà per fabbricare il materasso della sua camera da
letto.

Articoli correlati
Uno scoiattolo può inquinare?

Possiamo dire che lo scoiattolo grigio sta lentamente soppiantando la specie europea, lo scoiattolo rosso (Sciurus vulgaris) per diversi motivi.

Le guance del criceto

Il criceto possiede delle incredibili sporte per la spesa, che all’occorrenza vengono utilizzate anche come salvagente personale.