Salvaiciclisti scopre un metodo per fare di Roma una città ciclabile

L’associazione dei ciclisti urbani ha realizzato degli schemi per creare una ragnatela di piste ciclabili a Roma. Il 27 novembre ci sarà l’evento fotografico “Roma senz’auto”: con la bici per la città a fare foto senza macchine.

Il sogno di cambiare la rete di piste e percorsi ciclabili con un piano tecnico di studio e collegamento a ragnatela degli spostamenti in bicicletta a Roma.

“I have a dream” (ho un sogno) diceva Martin Luther King e un sogno ce l’ha anche l’associazione Salvaiciclisti, quello di rendere l’Italia e Roma in particolare sempre più a misura di bicicletta. L’impegno, soprattutto per la Capitale per non farla restare indietro rispetto alle altre capitali europee, viene portato avanti costantemente e con metodo.

rete ciclabili salvaiciclisti
L’Associazione Salvaiciclisti Roma ha progettato un metodo per fare percorsi ciclabili nella Capitale, in cinque punti. Le immagini sono © di Piero Ventura di Salvaiciclisti Roma

“Abbiamo un piano”: il metodo a ragnatela di Salvaiciclisti

In particolar modo per le ultime iniziative. “Abbiamo un metodo per disegnare la rete di percorsi ciclabili che serve a Roma” scrive l’associazione Salvaiciclisti Roma sulla sua pagina Facebook, che prosegue scrivendo “Immaginiamo una città diversa, che cresca con noi, come un organismo vivente. Facciamo crescere insieme questo germoglio”.

Il metodo di Salvaiciclisti per far diventare Roma una città bike friendly

Ecco in cinque punti come gli attivisti per la mobilità ciclabile sono convinti di cambiare le sorti dei ciclisti romani:

1. Individuare le isole urbane, e i poli di scambio o interesse al loro interno;

2. Collegare idealmente con linee rette queste isole;

3. Espandere lo schema delle consolari a raggiera, secondo un modello “a ragnatela”;

4. Sostituire le linee rette con il percorso più breve, o più battuto dai dati ECC, o più sicuro, insomma il percorso ritenuto migliore per ciclisti;

5. Cercare i collegamenti con i municipi limitrofi e individuare delle “porte” di uscita facendole coincidere con quelle del municipio accanto.

Roma senz’auto, il contest fotografico di Salvaiciclisti

Salvaiciclisti ha anche organizzato un evento per domenica 27 novembre, il contest fotografico partecipativo “Roma senz’auto”. Scattare le foto per la città cogliendo il momento in cui c’è la bici ma non c’è l’auto, il mezzo di trasporto invadente più utilizzato nella Capitale. Dodici foto saranno selezionate per il calendario 2017 di Salvaiciclisti e i loro proprietari lo riceveranno come premio. “Appuntamento il 27 Novembre alle 10.30 in piazza dei Cinquecento, Stazione Termini, con la vostra bicicletta e il vostro smartphonino o la macchinina fotografica. La domenica è possibile trasportare le bici in metropolitana durante tutta la giornata.
Alle 11.00 si parte per fotografare Roma Senz’Auto. Useremo le 12 foto migliori per il calendario #romapedala2017. Una giuria d’eccezione, presieduta da Sergio Gatto, valuterà le foto migliori”.

Per ulteriori informazioni sulla giornata potete consultare il blog di Salvaiciclisti Roma.

Articoli correlati