Coronavirus

Smart Running Class, riscopriamo il piacere della corsa anche stando a casa

Parte Smart Running Class, il corso di LifeGate pensato per allenarsi in modo funzionale anche durante questo periodo di emergenza. Con Daniele Vecchioni, dal primo aprile.

Tenersi in forma durante queste settimane è fondamentale per mantenere una certa preparazione per gli appassionati, ma è un modo anche per gli amatori di avvicinarsi allo sport. Il movimento e l’allenamento, oggi più che mai, sono perfetti alleati per il benessere psicofisico. Ecco allora che LifeGate, in collaborazione con l’esperto di corsa e movimento Daniele Vecchioni, lancia la prima Smart Running Class per dare a tutti l’opportunità di allenarsi in modo funzionale a uno dei movimenti più importanti ed ancestrali dell’uomo: la corsa.

Daniele Vecchioni
Daniele Vecchioni

Smart Running Class, la corsa come movimento in streaming per tutti

Scopo di queste lezioni è allenare diversi aspetti mirati a migliorare la propria condizione di forma fisica, salute e benessere, sviluppando al contempo abilità che siano funzionali al nostro movimento quotidiano e a qualunque attività pratichiamo. Anche da casa, anche in smart working. In un periodo di difficoltà come quello che stiamo affrontando, è importante non dimenticare ciò che ci può far stare bene e, certamente, il movimento è una componente essenziale per questo, è qualcosa che dovrebbe fare assolutamente parte della nostra quotidianità, ora più che mai.

Il servizio offre un’alternativa concreta alla limitazione dell’attività fisica all’aria aperta, per migliorare il benessere psicofisico e le prestazioni lavorative. Lavorare da casa in modo organizzato, in salute e senza stress, è possibile. Sosteniamo il lavoro agile, lo smart working da sempre. Una modalità di lavoro efficace, sostenibile, a basso impatto ambientale.

Le lezioni iniziano mercoledì 1 aprile con la prima alle ore 19:00 per proseguire domenica 5 aprile alle ore 11:00, per un totale di otto lezioni, con la sola eccezione di Pasqua. Quella lezione slitterà al lunedì alle ore 19:00. Tutte le lezioni sono disponibili on demand sui canali Facebook, YouTube e Instagram di LifeGate.

Un’opportunità di investimento enorme per chi la saprà cogliere.Daniele Vecchioni, esperto di corsa e movimento

Prima di tutto presentiamoci alla nostra community. Tu sei ovviamente un runner, ma anche un esperto di movimento.
Mi definisco un educatore. Quello che comunemente faccio è l’educazione del movimento, in particolare nel mondo della corsa. In questi anni si è un po’ perso il concetto di educazione fisica, e  quel senso di movimento fatto in maniera corretta. Possiamo dire che insegno alle persone il movimento, fornendo loro un’educazione al movimento e al corretto stile di vita. Sono infatti l’ideatore e fondatore di Correre Naturale® un metodo che ha lo scopo di portare le persone a riscoprire il vero piacere della corsa, dimenticando dolore, infortuni, fatica e frustrazione, potenziando la performance e conquistando la forma fisica migliore.

Una domanda per niente banale, visto che stiamo parlando di corsa. Ma si può correre restando in casa?
Quella che stiamo vivendo oggi è un’enorme opportunità per allenarci perché possiamo concentrarci su tanti aspetti che magari durante la normale attività vengono tralasciati. Quando andiamo a correre spesso non ci chiediamo se il nostro corpo è pronto, se la nostra muscolatura lo è. Questo momento è un’occasione imperdibile, per chi corre e per chi vorrebbe farlo, per iniziare a lavorare sulla propria corsa. Questa finestra temporale ci mette nella condizione di lavorare consapevolmente per costruire il nostro corpo e la nostra corsa. Così potremo tornare fuori a correre avendo investito il nostro tempo su aspetti fondamentali che avevamo tralasciato, come la mobilità articolare e la forza funzionale, o imparare la tecnica di corsa corretta.

“Usiamo questo momento per mettere le migliori basi aerobiche ed essere più forti di prima.
Daniele Vecchioni, esperto di corsa e movimento

Non tutti sono dei runner professionisti. Anzi molti usano la corsa per stare bene, per ritagliarsi del tempo per ossigenare la mente e i muscoli. Questa nuova iniziativa è dedicata anche a loro? Come sarà strutturata?
Questo corso è dedicato soprattutto a loro, per conoscere qual è l’abilità motoria corretta. Certo è valido per tutti, ma a maggior ragione per coloro che usano la corsa come strumento per migliorare il proprio benessere. In queste settimane abbiamo perso quello che era il nostro stile di vita, quindi in un momento come questo è fondamentale avere uno strumento che ci aiuti a scaricare lo stress e a tenerci in forma. La corsa è potente in questo. E possiamo trovare i migliori escamotage per farlo all’interno. Si tratterà di seguire un circuito non comune che ci metterà nella condizione di prepararci al meglio e per imparare qualcosa di nuovo. Per essere più forti e in salute. E a maggior ragione se non si è un professionista.

smart running class
Questo corso è dedicato soprattutto a loro, per conoscere qual è l’abilità motoria corretta © Correre Naturale

Veniamo ai consigli pratici. In questi giorni in cui è difficile muoversi, come si fa a mantenere un certo livello di allenamento, per non perdere i progressi raggiunti a livello muscolare?
Per prima cosa è importante rendere la propria quotidianità il proprio allenamento. Non solo per i 40 minuti dedicati, ma per permearlo durante tutta la giornata. Durante il giorno è possibile fare allenamento, ad esempio camminando mentre si è al telefono. Mentre si è al computer è possibile impostare ogni 30 minuti una sveglia o un allarme per fare uno snack motorio, facendo le scale o magari dei piegamenti. Così a fine giornata ci si è allenati di più che in una normale giornata in cui si esce a correre.

Un po’ di tecnica: per mantenere solida la nostra struttura muscolare possiamo concentrare l’allenamento su addominali e core stability? Come posso mantenere un livello cardio buono e un alto livello di VO2max?
Torniamo al discorso di prima. Il discorso principale è di fare esercizi che vanno a mantenere la struttura e la muscolatura. Per il VO2max è più difficile rispetto alla corsa all’esterno, a meno che non si abbiano dei macchinari come il tapis roulant. Tuttavia questo allenamento sarà finalizzato a massimizzare la capacità e ridurre la perdita di quello che chiamo “un motore allenato”. Tutti noi pensiamo che più si fa fatica e più ci si allena, ma invece è possibile lavorare sul sistema aerobico in un altro modo. La chiave di volta è questa: invece di fare molta fatica, si può imparare ad allenare il motore aerobico in modo più efficiente e sostenibile. Durante i circuiti darò tutte le indicazioni per questo tipo di allenamento.

Articoli correlati